/ Attualità

Attualità | martedì 13 febbraio 2018, 12:29

Luca Sacchi, da Abbiategrasso alle cucine di Carlo Cracco

Il pasticciere abbiatense sarà protagonista di Identità Golose 2018

Foto tratta da www.identitagolose.it

Foto tratta da www.identitagolose.it

«Era il maggio del 2007, lavoravo al Caffè Scala, società di banqueting di Milano. Il mio collega Iacopo (Zambarbieri, collaboratore di Identità Golose, ndr) mi disse che Cracco stava cercando qualcuno per la pasticceria. All’epoca non l’avevo mai sentito nominare. Accettai. Quando cominciai, sopra di me c’erano due ragazzi. Dopo una settimana il primo scappò. Il mese dopo il secondo abbandonò a metà servizio. Sopra, mi ritrovai solo Matteo Baronetto. Da uno a dieci ero terrorizzato mille».

Comincia così il racconto di Luca Sacchi, pasticcere 31 anni originario di Abbiategrasso, a Gabriele Zanatta di Identità Golose, uno dei siti più autorevoli del comparto wine & food ma soprattutto il congresso d’autore più importante della cucina italiana.

Identità Golose si terrà nel primo settimana di marzo a Milano, da qui l’intervista di Zanatta a Luca, che racconta il suo graduale ingresso nella ristorazione di alto livello, a pochi giorni ormai dall’apertura del nuovo ristorante di Carlo Cracco in Galleria Vittorio Emanuele a Milano.

È la sliding door più importante di Luca Sacchi, il cuoco che, un decennio dopo e poco più, si ritrova sous chef di Cracco in Galleria, l’apertura più attesa dell’anno, inaugurazione prevista per il 21 febbraio. La struttura la conosciamo già: al piano terra ci sarà il caffè e pasticceria, al piano ammezzato il laboratorio per addetti ai lavori, al -1 l’enoteca, al primo piano il ristorante gourmet e al secondo lo spazio eventi. Poco sapevamo invece della composizione della squadra.

Chiamiamo Sacchi al telefono che si sente il trapano in sottofondo: «Ci sono ancora gli operai, ma siamo quasi pronti. Siamo molto felici della squadra che abbiamo messo in piedi, una settantina di persone. Il responsabile del laboratorio di pasticceria sarà Marco Pedron, 34 anni, a lungo al fianco di Luigi Biasetto. Ci conosciamo molto bene, siamo molto legati. Condividiamo tutto. Faremo brioches, colombe, cioccolato… Il responsabile dell’enoteca sarà invece Alex Bartoli, a lungo da Pinchiorri. Un vero malato di vino. In sala tornerà da Mosca Alessandro Troccoli».

L’intervista completa la trovare al seguente link:

http://www.identitagolose.it/sito/it/237/18852/identita-milano/i-giorni-di-luca-sacchi.html?p=0

Articolo in collaborazione con www.ticinonotizie.it

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore