/ Attualità

Attualità | 15 marzo 2018, 16:56

Cambio al vertice di Donne Impresa Coldiretti Silvia Garavaglia è la nuova Responsabile

E' un imprenditrice agricola 34 enne di Gropello Cairoli

Cambio al vertice di Donne Impresa Coldiretti Silvia Garavaglia è la nuova Responsabile

Silvia Garavaglia, imprenditrice agricola 34 enne di Gropello Cairoli (PV), è la nuova Responsabile Provinciale di Donne Impresa: guiderà il gruppo delle aziende “in rosa” di Coldiretti Pavia per i prossimi cinque anni. Garavaglia è stata eletta nel corso dell’assemblea che si è svolta al Palazzo Coldiretti di Pavia. “Sono sicura che continueremo l’ottimo percorso svolto fino qui”, ha detto l’imprenditrice, che dopo essersi laureata in Ingegneria ha scelto di portare avanti l’azienda agricola di famiglia.

A Gropello Cairoli Silvia Garavaglia coltiva cinque ettari di riso e altrettanti  a frutta, verdura e fiori che trasforma nel laboratorio aziendale realizzando confetture, conserve, preparati per dolci a base di riso e poi ancora farine, miele, marmellate e biscotti venduti ai mercati di Campagna Amica. “Sono molto grata di essere stata scelta per ricoprire questo ruolo importante – dice ancora la nuova Responsabile Provinciale di Donne Impresa Coldiretti – e sono sicura che con le altre donne imprenditrici riusciremo a fare un buon lavoro, costruendo una rete in grado di valorizzare le nostre idee e le nostre attività”.

Ad accompagnare Silvia Garavaglia ci saranno anche le due Vice Responsabili Wilma Pirola e Monica Zani, insieme alla Delegata al Coordinamento Regionale  Claudia Malchiodi e a tutto il Coordinamento Provinciale formato da: Maria Cristina Bellini, Simona Canegallo, Valentina Conti, Alessandra Formini, Silvia Manna, Maria Luciana Masinari, Donatella Quaroni, Angela Riccardi, Silvia Santi, Laura Zanocco, Gabriella Bobbiesi, Simona Fassardi, Maria Rita Frassacarro, Milena Guerci, Luisa Moro e Cinzia Raimondi Cominesi. 

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore