/ Cronaca

Cronaca | 16 marzo 2018, 12:03

Indagato il fondatore di "Un punto macrobiotico", con la cittadinanza onoraria di Mezzana Bigli

Il guru Mario Pianesi aveva ricevuto il riconoscimento nel 2014 dall'allora sindaco Angelo Chiesa. Le accuse a carico dell'uomo sono di vittime manipolate e riduzione in schiavitù attraverso rigidi controlli sul cibo e la negazione dei contatti con il mondo esterno agli adepti della setta macrobiotica

Indagato il fondatore di "Un punto macrobiotico", con la cittadinanza onoraria di Mezzana Bigli

E' indagato con altre tre persone, il fondatore della catena un "Un punto macrobiotico", Mario Pianesi, che vanta una laurea ad Honorem in medicina, il cui unico circolo in lomellina ha sede a Mezzana Bigli, in via Colonna.

Le accuse a carico dell'uomo e degli altri indagati della setta macrobiotica, sgominata nelle scorse ore dalla polizia, sono di vittime manipolate e riduzione in schiavitù praticata attraverso il rigido controllo del cibo e la negazione di ogni contatto con il mondo esterno.

Pianesi nel 2014 venne insignito della cittadinanza onoraria dall'allora sindaco Angelo Chiesa. Un vero e proprio impero dell'alimentazione con centinaia di circoli, ristoranti e punti vendita dove venivano serviti cibi e piatti della cucina macrobiotica.

A Mezzana Bigli, "Un punto marcobiotico" è aperto da circa 20 anni, l'indagine in corso ha lasciato increduli e sbalorditi i cittadini del piccolo centro lomellino, che vedevano questo esercizio commerciale come un fiore all'occhiello del territorio.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore