/ Al Direttore

Al Direttore | mercoledì 11 aprile 2018, 11:13

La voce dei ‘Pendolari resistenti’ contro la Vigevano Malpensa

Riceviamo e pubblichiamo                                               "Ma siamo sicuri davvero che non ci Tange?" Appello alla partecipazione in vista dell'assemblea del prossimo 20 aprile

La voce dei ‘Pendolari resistenti’ contro la Vigevano Malpensa

“Siamo sicuri che i 270 MILIONI DI EURO preventivati (220 per la Tangenziale e 50 per il nuovo ponte sul Ticino di Vigevano) siano spesi nell’interesse di noi, 19.000 PENDOLARI, lavoratori e studenti che ogni giorno viaggiamo stipati come bestie? Per quante ore l’anno della nostra vita utilizzeremo la nuova tangenziale?

E quante ore della nostra vita stiamo buttando per treni che non passano o che si rompono?
Ci raccontano che la tangenziale migliorerà le condizioni del pendolarismo. Hanno forse studiato un charter Malpensa/Linate per farci arrivare più velocemente a Milano? Solo due mesi prima che il governo staccasse il classico regalino pre-elettorale, tre pendolari morivano schiacciate tra le lamiere di un treno a Pioltello.
Terminare il raddoppio della Milano-Mortara costerebbe 225 milioni. Ogni nuovo treno comprato poco più di 8.

Questo è il costo che garantirebbe un trasporto pubblico e dignitoso per noi pendolari! Ma questi soldi a differenza di quelli per la tangenziale non si riescono a trovare. È ora di comprendere che dietro a temi apparentemente così distanti, si nascondono le stesse scelte politiche: indifferenza per il servizio pubblico e deferenza per gli interessi privati.È ora di finirla di viaggiare come bestie, o peggio ancora di rischiare la vita per andare a lavorare o a scuola.
Noi non ci arrendiamo alla passività! Alla continua necessità di giustificare ritardi a scuola e lavoro! Al rischio di perdita del lavoro, già precario, perché i soldi vengono buttati in opere inutili!”

*Pendolari Resistenti
Riqualificare la Milano-Mortara. Fermare la Tangenziale

Articolo in collaborazione con www.ticinonotizie.it

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore