/ Al Direttore

Al Direttore | martedì 24 aprile 2018, 11:39

Lui ha ottenuto un posto nell’alta dirigenza e io no…

Riceviamo e pubblichiamo

Lui ha ottenuto un posto nell’alta dirigenza e io no…

Come da titolo: lui ha 60 anni, è un mio “ex” e prima lavoravamo insieme. Lui mi ha aiutata a diventare chi sono oggi, sostenendomi, però di nascosto. Ed io all’inizio non me ne rendevo conto. Dopo, messo alla prova, mi ha tradito, salvando la sua faccia e la sua carriera. Ho un testimone, importante anche lui, riguardo a quanto dico, perche questo testimone era il suo “segretario”. Se io avessi saputo questo dall’inizio, lo avrei costretto a parlare apertamente, da subito ed in pubblico, ma io ho avuto fiducia, malriposta evidentemente. Mi ha messo in un c….o di guaio, costringendomi a fare la carriera che sto facendo, senza mai più poter tornare indietro perchè ormai sono in ballo e non posso più voltarmi indietro e nessuno accetta più le mie dimissioni ormai (ci ho già provato varie volte con esito negativo). Ora, il mio problema, che andrò a dire “in terapia”, è che io lo odio. Odio costui perchè di recente, dopo un periodo di esilio, ha ottenuto un posto in alta dirigenza, ed io ancora no. Questa notizia io l’ho appresa l’altro ieri sera e ci ho pianto moltissimo, per la rabbia, per l’odio ed il rancore, e sono andata in crisi profonda, dentro di me, per questo fatto. Lui lo ha ottenuto nonostante tutto quello che mi ha fatto col suo “si” nascosto ed ipocrita, mettendomi in una situazione difficile da gestire, nella quale ad oggi mi trovo. Se lui dall inizio NON mi avesse sostenuta, io ora farei una vita con minori responsabilità e “sofferenze”, forse senza gloria, ma sicuramente più normale e meno straordinaria. Il problema è che io lo odio ora, a maggior ragione per il posto che ha ottenuto.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore