/ Attualità

Attualità | mercoledì 02 maggio 2018, 17:00

- VIDEO - Vigevano: “Portiamo in Brughiera eventi e il palco del Papa, paghino i centri commerciali”

Proposta del Polo Laico: “Il comune chieda al privato che vuole costruire un’area commerciale in via El Alamein di occuparsi in cambio della riqualificazione della Brughiera”

Luca Bellazzi, capogruppo del Polo Laico a Vigevano, durante un momento del video alla Brughiera

Luca Bellazzi, capogruppo del Polo Laico a Vigevano, durante un momento del video alla Brughiera

Trasformare la Brughiera in un’area eventi, con il palco costruito per la visita di Papa Ratzinger a Vigevano a fare da sfondo o da location. La proposta viene dal Polo Laico, e coinvolge la cosiddetta “lottizzazione Colombarola”, il progetto di un privato per la costruzione di un’area commerciale a ridosso di via El Alamein, di fronte allo stabilimento Moreschi. L’operazione è al centro di un acceso dibattito, e contestata per due aspetti: dal punto di vista ambientale si andrebbero a cementificare zone agricole con la perdita del panorama denominato “cannocchiale della Sforzesca”, dal punto di vista economico andrebbe ad aumentare la concorrenza per i negozi di vicinato data dalla media distribuzione.

L’intervento è stato autorizzato diversi anni fa, il privato ha finora posticipato la costruzione per via della crisi economica. L’oggetto attuale della trattativa con il comune non è quindi se realizzare o meno l’opera, ma cosa dare in cambio alla collettività. Il Polo Laico, attraverso un videocomunicato, propone di collegare l’operazione alla riqualificazione della Brughiera, come sede in cui ospitare eventi (spostando quelli di natura più prettamente commerciale da piazza Ducale e Castello) e come area verde a disposizione della cittadinanza, in cui collocare anche il palco realizzato dalla Diocesi in occasione della visita di Papa Benedetto XVI che giace smontato e abbandonato alle ex scuole di Fogliano.

Ecco un estratto dal comunicato stampa: “Il Polo Laico da anni chiede al Sindaco di alzare le asticelle ma quello che vediamo non è niente di tutto questo. Chiedere soldi per un parcheggio, perché questo farà il Sindaco Sala, in una città quotidianamente violentata nella bellezza del suo centro storico e costantemente svilita nelle sue periferie non significa alzare le asticelle, significa mendicare. Vigevano inizi piuttosto a ragionare diversamente e, pur se in questa occasione dovrà subire un intervento che devasta un paesaggio lasciatoci in eredità dai Duchi di Milano, pagando un alto prezzo in termini di violenza al territorio, chieda che in cambio del cemento l’operatore privato diventi partecipe di un atto significativo. Come? Attrezzando la superficie comunale della Brughiera ad area verde utilizzabile per eventi. Trasformi un brutto spazio in un luogo di bellezza ma anche di funzionalità che possa accogliere eventi di richiamo e tutto ciò che settimanalmente vìola la Piazza Ducale o il Castello. Ci si aggiunga il palco del Papa degli architetti Lopez e Oddo ad aumentare la resa estetica e funzionale di questo progetto e allora sì che il nostro poco atletico Primo Cittadino avrà saltato l’asticella invece di continuare a passarci sotto, con un intervento che finalmente andrebbe a definire una strategia ben chiara: il recupero delle periferie e un ritorno verde per la città”.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore