/ Sport

Sport | domenica 06 maggio 2018, 20:57

Basket C Gold, Vigevano supera il primo ostacolo play-off: battuta Cislago 75-58

Una partita di alti e bassi, con un black-out tra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo: “Questi sono i play-off”, commenta coach Piazza, che comunque si gode una vittoria mai seriamente in discussione nonostante la rimonta degli ospiti

Basket C Gold, Vigevano supera il primo ostacolo play-off: battuta Cislago 75-58

Un buon inizio e una fiammata nel momento in cui Cislago è tornata a contatto sono bastati a Vigevano per vincere gara1 dei play-off promozione. Si sono visti alcuni momenti di difficoltà, sia in difesa che in attacco, dove gli ospiti hanno sperato per un istante di potersi infilare per fare la sorpresa. Il risultato non è stato mai in discussione, anche se Cislago è riuscita a un certo punto della partita a rimontare da -23 a -6.

Il match si apre con un show di Verri, prima liberato sotto canestro con uno schema da rimessa e poi preciso con un tiro dalla lunga distanza dopo un rimbalzo offensivo di Pilotti. Risponde Cattaneo con un piazzato. Cislago difende duro, ma deve cedere chili e centimetri a Pilotti e Benzoni, che predominano. Il discorso vale anche dall’altra parte del campo, dove va aggiunta l’intensità difensiva degli esterni gialloblù per spiegare il fatto che gli ospiti non vedono il canestro per gran parte del primo quarto. Al 5’ Verri in contropiede sigla l’11-2 che fa volare via Vigevano. Ponzelletti segna il secondo canestro di Cislago soltanto all’8’ minuto, a seguito di una bella manovra d’attacco. Gli ospiti cominciano a trovare qualche rimbalzo offensivo dopo aver sofferto tremendamente e chiuso il primo quarto sotto 19-5.

Nel secondo quarto Cislago alza il pressing, ma Pavone travolge tutti a rimbalzo e trova canestri importanti. Grugnetti segna una tripla che sembrerebbe poter aprire un nuovo break, chiuso subito da Grampa che la mette dall’arco approfittando del rimbalzo offensivo di un compagno. Cislago si mette finalmente a segnare, Boffini sembra cancellare ogni speranza di rimonta con due canestri consecutivi dalla lunga, e gli viene dietro Verri con cinque punti di seguito per il +23 a 6’15” dall’intervallo. A questo punto, però, la partita gira. Ponzelletti con una tripla in faccia a Verri apre un parziale di 8-0 per i suoi. Piazza chiama time out per registrare la difesa, le sue urla coprono i cori degli ultras. Lo sfogo non ha effetto, Vigevano continua a concedere spazi a Cislago che ne approfitta solo in parte. L’allenatore della ForEnergy continua a borbottare con i suoi dalla panchina, in questa fase la squadra di casa riesce comunque a riallungare leggermente andando al riposo sul 44-25.

Al rientro in campo Vigevano costruisce poco e male in attacco, e stavolta Cislago la punisce. Un semigancio di Freri porta al -13, Piazza reagisce cambiando quattro giocatori su cinque (risparmiato soltanto Benzoni): “Volevo dare una scossa senza sprecare subito un time out – ha detto a fine partita – ma non è servito granché”. Infatti il coach è costretto a chiamare il minuto di sospensione qualche istante dopo, al 24’, quando una penetrazione di Grampa porta al 44-33. In uscita del time out arriva il primo canestro vigevanese del secondo tempo con Boffini, a cui risponde immediatamente ancora Grampa. I ducali continuano a faticare a costruire in attacco, dove Pavone è sempre anticipato e stretto in una morsa di due-tre avversari. I giocatori di casa, inoltre, non mettono a segno i pochi tiri buoni che riescono a creare. Gli ultimi minuti del terzo quarto fanno sognare Cislago: la tripla di Ponzelletti vale il -8, Grugnetti non trova l’appoggio al ferro in penetrazione, sul ribaltamento Grampa pesca i due liberi del 50-44. Minoli mette una tripla a cercare di risvegliare una Vigevano che sembra svenuta, mentre l’energia di Cislago è testimoniata da una poderosa entrata di Freri. Il terzo quarto si conclude sul 53-46.

Il pubblico capisce il momento difficile, e alza di parecchio i decibel durante il mini-intervallo. La squadra risponde. Una spettacolare entrata di Verri e tre triple di un Benzoni assolutamente “on fire” riaprono il parziale. Nella difesa gialloblù, adesso, non passa più niente, anche se Cislago ha il merito di non disunirsi, grazie a Grampa che dirige bene la sua orchestra e trova canestri importanti. Vigevano, però, ha un’altra faccia, testimoniata da Pilotti che recupera palla tuffandosi a terra sul parquet del PalaBasletta. Verri torna in cattedra per riportare le distanze attorno al +15 per la squadra di casa. Cislago fatica in difesa, dove si arrangia spesso con i falli. Per i ducali, quindi, la possibilità di controllare fino al 75-58 finale.

“A metà del secondo quarto abbiamo perso il ritmo e l’aggressività difensiva”, commenta coach Piazza: “Questi sono i play-off, le partite non finiscono mai. D’altronde Cislago è molto forte in difesa, e lo ha dimostrato”. “Sono contento della mia squadra, abbiamo fatto tutto per bene, e ciò ha pagato nel terzo quarto”, dice l’allenatore degli ospiti Renato Biffi. Abbiamo pagato la tensione all’inizio della partita, poi ci siamo sciolti. Nel momento decisivo Vigevano ha trovato canestri importanti, in vista di gara2 puntiamo a migliorare alcune situazioni difensive”. “Non capita tutti i giorni di giocare in un ambiente come quello di Vigevano – puntualizza Grampa – e devo dire che anch’io all’inizio ho sbagliato canestri che solitamente non sbaglio. È andata meglio con il passare dei minuti”.

Secondo capitan Pilottinonostante il blackout il risultato non è mai stato in discussione. Abbiamo forse patito più di loro il caldo improvviso di questo weekend dopo una settimana di freddo. Cislago è una squadra che ti porta a giocare male, era stato così anche nella regular season”. Giovedì gara2 a Cislago: “Un campo difficile – dice Benzoni – dove tutti in campionato hanno faticato. Loro sono compatti e organizzati, sarà una partita da giocare fino alla fine”.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore