/ Attualità

Attualità | venerdì 25 maggio 2018, 10:10

Vigevano, nel weekend del 2-3 giugno si gioca in cavallerizza

Seconda edizione per la manifestazione “Giochi Ducali”: in cavallerizza spazio a tornei, anteprime e persino battaglie con spade laser. Attesi centinaia di visitatori

Vigevano, nel weekend del 2-3 giugno si gioca in cavallerizza

Lo scorso anno la prima edizione era stata fatta in sordina: un evento all’interno della “Notte che non c’era” a palazzo Roncalli, sede dell’associazione Dadi Ducali. Eppure, a quella serata di giochi da tavolo parteciparono oltre 500 persone, alcune delle quali giunte da molto lontano. Ecco quindi l’ambizione di rilanciare acquisendo nuovi spazi e ampliando la durata della manifestazione. Giochi Ducali tornerà quindi nel weekend del 2 e 3 giugno in cavallerizza, dalle 10 di mattina. Se la domenica ci si fermerà alle 19, per il sabato è invece prevista una grande serata a tema.

Ci sono già prenotazioni negli alberghi cittadini – ha detto il presidente di Dadi Ducali Davide Arlenghi – in quanto gli appassionati che vengono da fuori città sono intenzionati a rimanere per entrambi i giorni”. Il clou degli eventi sarà sabato sera, con l’organizzazione di un gioco di ruolo a tema vampiri in strada sotterranea e i combattimenti con le spade laser in cavallerizza: “Non vogliamo escludere nessuno – continua Arlenghi – e abbiamo pensato sia agli esperti di giochi che a chi si avvicina per la prima volta a questo mondo. Per questo motivo proprio all’ingresso della manifestazione abbiamo creato un’area principianti dove i visitatori troveranno nostri incaricati a disposizione per imparare a conoscere le regole dei giochi più diffusi e poter così provare a cimentarsi”.

Una vera chicca per i cultori del genere è rappresentata dalla possibilità di provare in anteprima alcuni nuovi giochi portati dai più importanti editori e distributori a Vigevano per svolgere una fase di test. Altra particolarità sarà la sezione retrogaming dove verranno installati alcuni videogiochi degli anni Ottanta e Novanta, rigorosamente collegati a televisori a tubo catodico. “Con la nostra associazione vogliamo promuovere il gioco sano – conclude Arlenghi – che è all’esatto opposto dall’azzardo. Il gioco da tavolo è socialità, come dimostra il fatto che Dadi Ducali, sebbene sia nata da poco, possa contare già su un numero considerevole di iscritti”.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore