/ Attualità

Attualità | lunedì 11 giugno 2018, 11:10

Elezioni, in Lomellina tre novità e due conferme dalle comunali

William Grivel vince di misura a Castello d’Agogna, mentre ottengono un largo consenso Riccardo Ferrari ad Alagna e Michele Ratti a Nicorvo. A Sommo Paola Ferrari, unica candidata, centra l’obiettivo del quorum e viene confermata

Grande partecipazione alle elezioni comunali che hanno coinvolto cinque comuni lomellini. Affluenza ovunque molto alta, sopra al 60%, con il picco a Castello d’Agogna dove è andato a votare quasi il 72% degli aventi diritto. Mandare i propri concittadini alle urne era l’unico obiettivo di Paola Ferrari, unica candidata a Sommo, che doveva ottenere il quorum: missione compiuta per la sindaca uscente, grazie a un’affluenza del 68,2%.

Risultato in bilico a Castello d’Agogna, dove William Grivel si è imposto per soli 33 voti sul vicesindaco uscente Roberto Mazzini. William Grivel, che ha potuto contare sull’appoggio dell’assessore uscente Moscardini, diventa sindaco esattamente cinque anni dopo l’ultimo mandato del padre, che aveva amministrato il paese a lungo.

Larga affermazione a Nicorvo per Michele Ratti, che ha ottenuto oltre il 50% delle preferenze. Con i suoi 111 voti ha più che doppiato Roberto Marinone, mentre non è andato oltre il 14,8% Franco Cassarino, unico fra i candidati a sostenere la fusione con Robbio. Entrerà comunque in consiglio comunale.

Poco da commentare, invece, sull’ottenimento del terzo mandato consecutivo per Riccardo Ferrari ad Alagna. La sua lista ha fatto il pieno di voti, con l’avversario Roberto Gioncada che si è fermato al 31,5% delle preferenze.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore