/ Cronaca

Cronaca | 12 luglio 2018, 12:02

Belgioioso, arrestato un 40 enne marocchino per detenzione e spaccio di stupefacenti

Nell'ambito dell'operazione denominata "Azziza", i carabinieri di Stradella hanno scoperto che l'uomo pregiudicato e senza fissa dimora in Italia, vendeva la droga insieme ad altri nordafricani già arrestati a circa 200 clienti nella bassa pavese

Belgioioso, arrestato un 40 enne marocchino per detenzione e spaccio di stupefacenti

Il 10 luglio 2018, alle ore 12:30 circa, a Belgioioso (PV), i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Stradella (PV), a conclusione dell’attività investigativa convenzionalmente denominata “Azziza”, hanno localizzato e tratto in arresto il catturando un 40 enne di nazionalità marocchina, in Italia senza fissa dimora, celibe, nullafacente, pregiudicato, in esecuzione dell’Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere emessa il 12 giugno 2018 dal Tribunale di Pavia – Ufficio del G.I.P. Maria Cristina Lapi, poiché ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.

Nel corso delle indagini, i militari operanti appuravano che l’arrestato, unitamente ad altri soggetti già arrestati, aveva allestito una propria piazza di spaccio, ubicata nei pressi delle zone rurali dei comuni di Spessa Po (PV) e San Zenone Po (PV), detenendo e cedendo quantitativi imprecisati di sostanze stupefacenti del tipo “eroina” e “cocaina” a numerosi acquirenti.

L’intera operazione di polizia giudiziaria, avviata nel luglio 2016, condotta ininterrottamente dai militari del Nucleo Operativo Carabinieri di Stradella e coordinata dalla Procura della Repubblica di Pavia – Paolo Mazza, ha consentito complessivamente di:

-       documentare numerosi episodi di spaccio di stupefacenti;

-       trarre in arresto n°14 (quattordici) spacciatori, prevalentemente Nord Africani, molti dei quali domiciliati e provenienti dall’hinterland milanese, suddivisi in diversi piccoli gruppi, operanti in modo autonomo seppur coordinato;

-       deferire in stato di libertà altri 9 (nove) individui, alcuni dei quali erano soliti fare da taxista agli spacciatori in cambio di denaro e/o dosi di stupefacente, giacché resisi responsabili – a vario titolo tra loro – dei reati di detenzione e spaccio di stupefacenti, ricettazione, furto e detenzione illegale di arma comune da sparo;

-       disarticolare n°5 diverse batterie dedite allo spaccio, operanti in modo separato e autonomo - seppur organizzato - in altrettante piazze di spaccio nonché insistenti nei territori dei comuni di Spessa Po (PV), San Zenone Po (PV), Santa Cristina e Bissone (PV), Corteolona e Genzone (PV), Gerenzago (PV), Inverno e Monteleone (PV), Copiano (PV) e Vistarino (PV), con particolare riferimento a quelle aree campestri;

-       rinvenire e sequestrare un chilogrammo circa di eroina e  circa 100 grammi di cocaina, per un valore di mercato di circa 25.000 euro.

-       rinvenire e sequestrare 15.900 euro di denaro contante, provento dell’attività spaccio, nonché bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento dello stupefacente;

-       identificare e segnalare alle competenti Prefetture-U.T.G. 174 soggetti, quali assuntori di sostanze stupefacenti, provenienti principalmente dalle province di Piacenza, Pavia e Lodi.

L’odierno arrestato è stato tradotto e ristretto presso la casa circondariale di Pavia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore