/ Cronaca

Cronaca | domenica 05 agosto 2018, 11:25

Vittuone, migliorano le condizioni dell’uomo spinto giù dalle scale. In carcere l’aggressore

Sottoposto a fermo di polizia giudiziaria per lesioni gravi

È stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria per lesioni gravi e ora è in carcere, a San Vittore, colui che è ritenuto responsabile della folle aggressione avvenuta ieri mattina a Vittuone.

Un uomo che ha spinto giù dalle scale un 74enne e ha preso a pugni la moglie di 71 anni. Erano le 10.30 e al quinto piano di una palazzina di via Nino Bixio stavano facendo il trasloco. Una famiglia albanese che viveva in quell’appartamento, si stava per trasferire. Tutto era quasi ultimato. Il 46 enne non viveva più in quella casa perché colpito da divieto di avvicinarsi alla ex moglie e ai figli.

In passato aveva avuto atteggiamenti violenti nei loro confronti. Ieri mattina era tornato in via Bixio per vedere come procedeva il trasloco. Persona dal carattere irrequieto e instabile da un po’ di tempo aveva deciso di curarsi e si era trovato anche un lavoro. A un certo punto, per motivi sconosciuti, ha cominciato ad imprecare. La vicina del quinto piano, conoscendolo, è uscita per vedere cosa stesse accadendo.

È cominciata una lite con il marito 74enne uscito per fare da paciere. Anche il figlio dell’albanese è intervenuto per calmare gli animi, ben sapendo del carattere del padre. La situazione però è degenerata, l'uomo ha preso a pugni la donna e ha spinto violentemente il marito facendolo cadere dalle scale. È stato quest’ultimo a riportare i danni maggiori. Soccorso da un equipaggio della Croce Bianca di Sedriano e dall’elisoccorso è stato trasferito, in codice rosso, all’ospedale san Gerardo di Monza nel reparto di neurochirurgia. Ha riportato una lieve emorragia cerebrale e oggi, se non subentreranno complicazioni, verrà dimesso.

Anche la moglie è stata trasferita nello stesso ospedale in codice giallo. Per lei dieci giorni di prognosi e dimissioni già nel pomeriggio di ieri. E’ andata bene rispetto a quello che si temeva, soprattutto per l’uomo. L’aggressore, è corso a Sedriano, nella caserma dei carabinieri dove si è costituito. I militari si sono recati in via Bixio a chiarire la dinamica dell’accaduto.

Un uomo dal carattere difficile il 46 enne, spesso, in passato si arrabbiava e diventava violento verso la moglie e il figlio che scappavano proprio dai vicini per trovare un rifugio. Ieri mattina, come colto da un raptus, non ha esitato a diventare violento verso una coppia di anziani. Dopo aver completato le procedure è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria per il reato di lesioni gravi e trasferito nel carcere milanese di san Vittore a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Graziano Masperi

Articolo in collaborazione con www.ticinonotizie.it

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore