/ Sport

Sport | sabato 15 settembre 2018, 14:24

Tennis, Baldi esce in semifinale nel challenger di Banja Luka

Nulla da fare per il tennista del Selva Alta sconfitto per 7-6 (3) 6-4 nel derby azzurro da Alessandro Giannessi (n.247 Atp)

Tennis, Baldi esce in semifinale nel challenger di Banja Luka

Si ferma in semifinale la corsa di Filippo Baldi, impegnato questa settimana nel challenger di Banja Luka, torneo dotato di un montepremi di 85.000 euro che si disputa sui campi in terra rossa della città della Bosnia/Herzegovina.

L'allievo di Francesco Aldi è uscito sconfitto nel derby contro il ligure Alessandro Giannessi per 7-6 (3) 6-4, in 1 ora e 42 minuti di gioco. Un torneo che resta comunque positivo per il 22 vigevanese che oltre a conquistare la prima semifinale stagionale nel circuito cadetto, da lunedì prossimo otterrà il proprio best ranking al n.246 della classifica mondiale. 

La sfida odierna è iniziata subito in salita per Filo che dopo un sostanziale equilibrio nei primi games del'incontro, ha perso il servizio sul 2-2. Giannessi ha allungato fino al 5-3, prima di incassare la reazione di Baldi che con grande determinazione ha capitalizzato la prima palla break avuta a proprio favore e ha piazzato un parziale di 3 games consecutivi salendo sul 6-5. Manco a dirlo il parziale si è risolto al tie-break e qui Giannessi ha mostrato maggiore freddezza nel gestire i punti chiave e ha chiuso in proprio favore per 7 punti a 3.

Nella seconda frazione il punteggio ha seguito l'andamento del servizio fino al 5-4 per Giannessi, nel decimo game Baldi avvertiva un principio di crampi alla gamba sinistra e complici due errori gratuiti di dritto consegnava il match allo spezzino, che domani in finale se la vedrà contro il vincente della sfida fra il francese Tatlot e il veterano argentino Carlos Berlocq. Per Baldi resta comunque un torneo ampiamente positivo dal quale ripartire con fiducia in vista dello scorcio finale di stagione.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore