/ Cronaca

Cronaca | venerdì 19 ottobre 2018, 17:48

Confienza: abbattuti dai bracconieri 47 uccelli protetti

Tramite l'ausilio dei richiami acustici severamente vietati dalla legge, due cacciatori della provincia di Brescia hanno compiuto un'autentica carneficina di volatili

Foto e video tratti da wwf.it

Foto e video tratti da wwf.it

Con l’arrivo degli uccelli migratori si registrano già le prime gravi violazioni alla Legge: due cacciatori provenienti dalla provincia di Brescia sono stati colti dagli Agenti della Polizia Provinciale di Pavia e dalle Guardie Volontarie WWF nel Comune di Confienza, dopo che avevano abbattuto con l’ausilio di richiami vietati 47 uccelli protetti. 
Siamo riusciti ad interrompere la mattanza che era iniziata da poco più di un’ora” racconta Antonio Delle Monache Coordinatore Regionale Guardie WWF Lombardia “non possiamo immaginare quanti uccelli protetti sarebbero stati uccisi se non fossimo intervenuti”.


L’intera provincia di Pavia è interessata da un bracconaggio intensissimo da parte di centinaia di cacciatori foranei. Purtroppo le continue modifiche fatte negli ultimi anni della Legge Regionale, da parte della Regione Lombardia, hanno via via permesso che cacciatori di fuori provincia possano effettuare giornate di caccia pur non essendo iscritti agli ATC pavesi. Per questo motivo le belle campagne pavesi sono invase da sparatori che sono contrastati dalla poche forze di vigilanza in campo. La Polizia Provinciale di Pavia fa un ottimo lavoro ma è veramente impossibile controllare centinaia di cacciatori, molti dei quali utilizzano richiami acustici vietati dotati di telecomandi e si organizzano per occultare sistematicamente la fauna protetta uccisa”.
Le attività di vigilanza del WWF, sempre in coordinamento con la Polizia Provinciale, proseguiranno per tutto il periodo del passo e si invitano i cittadini a segnalare eventuali casi di caccia illegale al numero antibracconaggio 328 7308288.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore