/ Sport

Sport | domenica 28 ottobre 2018, 20:16

Basket serie B: vittoria da brividi per la Elachem Vigevano, la Sangiorgese si arrende dopo due supplementari 97-95

Con grinta e determinazione, i ducali riescono ad avere la meglio imponendo il primo stop stagionale alla Sangiorgese. Ai gialloblù servono due supplementari per avere ragione degli ospiti

Basket serie B: vittoria da brividi per la Elachem Vigevano, la Sangiorgese si arrende dopo due supplementari 97-95

Vigevano fa sua una partita interminabile, riscattando la brutta (per le modalità con cui è maturata) sconfitta rimediata contro Oleggio e offrendo un segnale a se stessa e al campionato. San Giorgio su Legnano mette tutta la sua esperienza e il suo talento, ma nel finale, con i giocatori piegati sulle gambe dalla stanchezza, sono i ducali a dimostrare di avere i nervi giusti per vincere.

Subito dopo la palla a 2, Vecerina fa capire di voler diventare un protagonista della partita (18 punti e 6/8 da due) inaugurando una lunga serie di entrate vincenti. Funziona anche l’intesa Panzini-Petrosino, e la squadra di casa allunga sull’11-4 al 4’ con una tripla di Verri. Cozzoli batte Vecerina e segna per far capire che San Giorgio c’è, ma la Elachem arriva addirittura al vantaggio in doppia cifra con Verri in transizione al 6’. Dura poco: Colombo e Bocconcelli trovano la difesa gialloblù impreparata, Parlato trova una tripla “ignorante”. Al primo mini-intervallo si va sul 26-18.

In apertura di secondo quarto Birindelli manda al bar il suo marcatore fintando un passaggio e va comodamente a canestro, Parlato segna due volte dall’angolo: si viaggia forte. San Giorgio litiga con i tiri liberi, Vigevano tiene un leggero vantaggio finchè Roveda segna la tripla del -1 e Scali pareggia con 1/2 ai liberi a quota 30. La Elachem sembra ripetere gli errori visti contro Oleggio, con forzature in attacco e scarsa presenza ai rimbalzi difensivi. Colombo segna due canestri consecutivi, al 17’ è 35-38. In otto minuti del secondo quarto, è stato fischiato un solo fallo a favore di Vigevano, Piazza per questo reclama con gli arbitri (che in precedenza lo avevano già punito con un tecnico per proteste). Nel finale di tempo, Minoli in contropiede lanciato da una palla rubata di Birindelli pareggia a 41, ma Roveda fa in tempo a riportare avanti San Giorgio prima della sirena.

Il secondo tempo inizia come era iniziato il primo: con un’entrata di Vecerina, che vale in questo caso il 43-43. Birdindelli ben pescato da Verri porta avanti Vigevano, Parlato (insieme a Verri miglior marcatore della partita con 21 punti) pareggia battendo Benzoni. Scala brucia la retina dalla lunga facendo esplodere di gioia la panchina ospite. Verri si butta dentro: canestro e fallo, 50 pari al 23’. Segue una lunga battaglia in cui le difese costringono a tiri forzatissimi che si spengono sovente sul primo ferro. Vecerina rompe l’equilibro con una tripla, risponde Bocconcelli con un’entrata elegante. La partita si innervosisce, volano i tecnici e si segna poco. Nel finale di quarto ancora uno squillo di Parlato dall’arco, Petrosino ricuce segnando il 60-61 con cui ci approccia all’ultimo quarto regolamentare.

Ferri con due tiri liberi riporta avanti la squadra di casa, Panzini infila da casa sua il canestro del 67-63 al 33’. Quilici chiama time out e la sua squadra restituisce subito il mini-parziale con un gioco da tre punti di Bocconcelli e una tripla di Parlato. Vecerina pareggia, ma poi finisce con il commettere un intenzionale per fermare un contropiede scaturito da una sua palla persa. Il quarto quarto offre momenti di grande bagarre, in cui i canestri arrivano prevalentemente dalla linea della carità. Rota segna il canestro del +2 a 1’40” dalla fine, Minoli risponde ma sul ribaltamento Di Nanni mette la tripla: 74-77 quando sul cronometro resta 1‘11”. Birindelli accorcia con un tiro libero, sbaglia il secondo ma la carambola porta alla rimessa gialloblù, sulla quale Benzoni infila la tripla del +1. Sembra fatta perché Rota sbatte sulla difesa ducale e il fallo sistematico di San Giorgio va a pescare Panzini. Il play però fa 1/2 ai liberi. Sul 79-77 a 21” dalla fine Rota pesca canestro e fallo. Sbaglia il libero aggiuntivo, Vigevano arriva fino all’area avversaria ma riesce a buttare per aria soltanto una preghiera. Si va al primo supplementare.

Ferri trova il suo primo e unico canestro dal campo di una serata difficile con la tripla che porta avanti Vigevano. Benzoni costringe Parlato a pestare la linea di fondo in attacco, Verri segna la tripla del +6. Un fallo ingenuo di Birindelli porta Rota in lunetta: 85-81. Ancora Birindelli forza in reverse e sbaglia, poi si scatena la guerra delle bombe tra Rota e Panzini. Seguono le gite in lunetta per Colombo e Minoli, dove il vigevanese si mostra più freddo: 90-88, ma pareggia ancora Rota. Entrambe le squadre sprecano l’ultima occasione, servirà un altro overtime.

Si vede la stanchezza in campo, con Verri che si fa sputare un tiro dal ferro e Parlato che non castiga la difesa che lo lascia piuttosto libero da tre. Anche Roveda, liberissimo dall’arco, sbaglia. È Birindelli a rompere l’equilibrio con due liberi. Di Nanni commette fallo a rimbalzo su Verri che mette i liberi del +4, dall’altra parte Parlato batte Minoli che gli concede canestro e fallo: 94-93. È lo stesso Minoli a farsi perdonare andando fino in fondo e riportando Vigevano a +3. Roveda segna il 96-95, palla in mano Vigevano a 10” dalla fine. San Giorgio commette ovviamente fallo, Verri fa 1/2 ai liberi. Parlato tenta il tiro della disperazione che non arriva al ferro, la Elachem vince 97-95.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore