/ Sport

Sport | sabato 24 novembre 2018, 18:52

Tennis, challenger Andria: Baldi vola in finale, sconfitto il francese Halys

Grazie a un doppio 6-4 in poco più di un'ora di gioco, il 22 enne vigevanese conquista la seconda finale stagionale nel circuito cadetto, dopo la vittoria conquistata un mese fa a Ismaning in Germania. Domani sfida al francese Hugo Humbert n.100 della classifica mondiale

Tennis, challenger Andria: Baldi vola in finale, sconfitto il francese Halys

Seconda finale in carriera nel circuito challenger per Filippo Baldi (n.180 Atp), il 22 enne del Selva Alta Vigevano, ha sconfitto per 6-4 6-4, il francese Quentin Halys (n.137 Atp), testa di serie n.6 del torneo che si disputa sui campi indoor di Castel del Monte, dotato di un montepremi di 43.000.

Semmai ce ne fosse bisogno, Filo ha confermato il feeling con questo torneo e dopo la semifinale raggiunta nel 2017, questa volta si è spinto all'atto conclusivo del torneo, nel quale domani alle 18, affronterà il 20 enne francese Hugo Humbert (n.100 Atp) e n.1 del seeding pugliese, giocatore di talento (vincitore quest'anno del challenger di Ortisei) che però Baldi ha già sconfitto un mese fa nella sua cavalcata verso la vittoria al challenger di Ismaning in Germania. Filo ha mostrato nuovamente i segnali di crescita evidenti dell'ultimo periodo, non solo sul piano del gioco ma anche e soprattutto sul piano mentale, con ogni quindici che sembra essere gestito con estremo raziocinio nella gestione dello scambio da parte del vigevanese. 

Nella semifinale odierna, l'allievo di Francesco Aldi ha concesso le briciole all'avversario specie nei turni di battuta, nel quale con lo schema servizio-dritto, spesso ha lasciato fermo Halys in grado solamente di opporre un minimo di resistenza grazie a un servizio efficace a tratti durante l'incontro. Nemmeno la ferita alla mano destra, provocata nei giorni scorsi da una caduta accidentale, ha creato problemi al gioco brillante del portacolori del Selva Alta. Dopo un avvio in totale equilibrio fino al 3-2 per Baldi, il primo set si è deciso su unico break conquistato dal vigevanese nel sesto game, grazie a un errore del francese nei pressi della rete. Filo non ha tremato ed ha chiuso per 6-4 senza concedere nulla.

Nella seconda frazione l'andamento è stato più o meno speculare, con Halys aggrappato ai turni di battuta ma incapace di scalfire minimamente con la risposta le certezze di Baldi. Nel settimo game come spesso accade nel tennis, ecco la svolta, Filo ha approfittato di un passaggio a vuoto dell'avversario, che sopra per 40-15, è incappato in alcuni errori gratuiti, impreziositi però da un passante nei piedi che ha regalato il break decisivo al tennista ducale. Salito 5-4, Filo ha chiuso al secondo matchpoint al termine di uno scambio chiuso con una voleè di dritto a campo aperto, fra l'esultanza generale del pubblico che vede ormai il vigevanese quasi come un figlio adottivo da incitare ad ogni incontro.

Grazie a questa vittoria, Baldi è già certo lunedì prossimo di tornare al n.172 del ranking Atp, ma in caso di vittoria del torneo salirebbe per la prima volta in carriera fra i primi 160 della classifica mondiale, niente male per uno che inizio 2018 era ancora intorno al n.360 Atp.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore