/ Sport

Sport | 23 dicembre 2018, 20:15

Basket serie B: una Elachem Vigevano da batticuore espugna Domodossola dopo due supplementari (100-105)

I gialloblu sfatano il tabù trasferta al termine di una sfida vibrante decisa dopo 50 minuti di basket e un finale da cardiopalma deciso da un contropiede negli ultimi secondi di Birindelli

foto Laura Marmonti

foto Laura Marmonti

Se la Elachem Vigevano voleva regalarsi un Natale speciale non poteva trovare modo migliore che sfatare il tabù, che la vedeva sempre sconfitta in trasferta in questa stagione di serie B. Una vittoria quella conquistata dai ducali sul parquet di Domodossola per 105-100 che è una sorta di romanzo thriller per come è maturata da sconsigliare ai deboli di cuore.

Basti pensare che il quintetto di Piazza ha dovuto affrontare il secondo tempo supplementare con quattro giocatori fuori per cinque falli (Benzoni, Minoli, Panzini e Rossi senza un vero play di ruolo) così come i padroni di casa che hanno ampiamente dimostrato di valere molto più dell'attuale ruolo di cenerentola del campionato con solo due punti fin qui conquistati. Prestazione monumentale di capitan Benzoni che oltre ai 24 punti messi a referto ha tenuto in piedi i ducali nei momenti difficili dell'incontro e un ottimo Vecerina bravo in cabina di regia nei supplementari nonostante i 19 anni.

Sei uomini in doppia cifra per i gialloblu che hanno trovato conforto anche dalle buone prove di Birindelli e Verri. Partenza fulminante dei ducali che volano subito sul 12-0 trascinati da Verri, ma in un amen Domodossola piazza un contro parziale di 17-5 propiziato da Marzullo e Ballabio con i gialloblu poco reattivi a rimbalzo in questa fase della sfida. L'avvio del secondo tempo se possibile è ancora più negativo per Vigevano che si ostina a cercare la conclusione da 3 punti collezionando una serie di errori. I piemontesi dal canto loro iniziano a crederci e allungano al massimo vantaggio sul 29-19 di metà secondo quarto con Marzullo e Tommei letteralmente "on fire".

Coach Piazza chiama time-out per cercare di ridare vita ai ducali e la scelta sortisce gli effetti sperati, capitan Benzoni e Panzini si svegliano dal torpore iniziale e regalano nei minuti finale del secondo periodo il 14-5 che porta i gialloblu a una sola lunghezza di distanza dai piemontesi sul 34-33, con una tripla in chiusura siglata dal play della Elachem. In avvio di secondo tempo l'incontro vive una fase di equilibrio, poi sale in cattedra Rovere che con una un tiro dal pitturato e una tripla riporta sul +7 (53-46) gli ossolani. Vigevano soffre in difesa in questo terzo quarto e Domodossola continua a imperversare con i tre tenori Ballabio, Marzullo e Tommei, al 30' il tabellone recita così 67-59 per i padroni di casa. In avvio di ultimo quarto Vigevano decide che è ora di suonare la carica e piazza un 13-2 che riporta in vantaggio i ducali.

Partita finita manco per sogno, Tommei in versione cecchino fa il bello e il cattivo tempo dalla lunga distanza e la partita resta viva nonostante Vigevano sia più profonda in panchina. Poi ci si mette anche qualche decisione arbitrale discutibile ad accendere ulterioremente la contesa, ma il quintetto di Piazza ha la forza di rimanere concentrato e quando manca un minuto alla sirena del 40' è 80-83. Le incursioni uno contro uno di Ballabio creano però scompiglio nella difesa gialloblu e i tiri liberi che ne conseguono regalano la nuova parità a Domodossola che agguanta il supplementare. Nel primo overtime i padroni di casa sorpassano nuovamente Vigevano sull'87-84, poi due triple provvidenziali di Benzoni e Minoli riportano avanti i gialloblu sull'87-90. Non basta ancora però per piegare la resistenza dei piemontesi che grazie ancora ai tiri liberi questa volta realizzati Tommei, trascina le due squadre ormai esauste fisicamente sul 94-94 al secondo overtime.

La sfida a questo punto perde di ogni filo logico è diventa prevalentemente una guerra di grinta e nervi, Ferri dai liberi è glaciale e ridà linfa ai sogni di vittoria gialloblu che conducono il supplementare fino alla fine, ma quando Vecerina con il 97-101 sembrerebbe aver messo il sigillo alla vittoria, Tommei da distanza siderale infila la tripla del -1 sul 100-101. Ferri chiamato nuovamente ai liberi toglie però definitivamente le castagne dal fuoco e sull'ennesima conclusione di Tommei da tre che balla sul ferro, Birindelli può lanciarsi tutto solo in coast to coast per depositare i due punti che fanno esplodere di gioia coach Piazza e la numerosa tifoseria ducale accorsa al PalaRaccagni e sanciscono il definitivo 105-100.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore