/ Sport

Sport | 30 dicembre 2018, 21:19

Basket, Serie B: Vigevano esce alla distanza e batte Siena 84-76

Seconda vittoria consecutiva per la Elachem contro una Virtus Siena a cui va dato il merito di non essersi mai arresa. Ora per i ducali due trasferte per cercare continuità a Borgosesia e a Pavia

Basket, Serie B: Vigevano esce alla distanza e batte Siena 84-76

Vigevano ha ottenuto contro la Virtus Siena la seconda vittoria consecutiva. Dopo aver sfatato il tabù trasferta, la squadra di Piazza non si è fatta sorprendere in casa dalla terz’ultima in classifica ottenendo il successo dopo aver contenuto il potenziale offensivo degli avversari rimasti a lungo avanti. Nel terzo quarto il sorpasso con l’acquisizione di un vantaggio portato in porto fino al termine.

Ferri parte in quintetto al posto di Verri, mossa tattica in virtù dell’assenza per infortunio di Birindelli che porterà il numero 0 a giocare spesso da 4. Il primo vantaggio della partita è vigevanese, con Minoli che brucia la retina dalla distanza, subito imitato da Benzoni. Alla difesa inizialmente aggressiva della Virtus (destinata a calare abbastanza in fretta), la Elachem risponde facendo girare palla sugli esterni. La tattica dà buoni risultati. Nella propria metà campo, però, i ducali sono troppo leggeri. Al 6’ Imbrò mette la tripla del 10-12. È Vecerina a riportare la squadra di casa avanti con due canestri consecutivi. Per la Virtus, comunque, avvicinarsi al canestro continua a essere facilissimo. Al 9’, dopo una tripla di Olleia che vale il 17-21, Piazza striglia duramente i suoi durante un time out. Siena mantiene il +4 fino al 19-23 del primo mini-intervallo.

Bianchi spara in faccia a Verri la tripla del +7, l’ala vigevanese risponde con un gioco da tre punti dopo un’entrata decisa (saranno 6 i falli subiti nella partita per lui, che totalizzerà un 9/10 ai tiri liberi). La difesa della squadra di casa migliora, ma Bianchi e Nepi tirano con precisione, mantenendo il vantaggio dalla parte virtussina. Benzoni si prende un tecnico lamentando un fallo non fischiato, e qui Siena prova ad andare via: Gnecchi al 18’ infila i liberi del +9. La risposta di Vigevano sta in un gran canestro di Vecerina e in un’azione di Panzini che costringe Pucci a un fallo antisportivo. È ancora Panzini a mettere la tripla del -2, ma la difesa gialloblù continua a non tenere e concede a Simeoli un facile appoggio. All’intervallo lungo è 42-45.

Dopo il rientro in campo, Benzoni (17 punti per lui) da posizione defilatissima riesce a trovare il canestro del +1. È ancora Simeoli a ripristinare le distanze. Il pareggio arriva al 23’ con Minoli che tira pestando la linea dei tre punti. Petrosino (ben pescato da Panzini) segna il +2 sul 51-49. Vigevano porta dalla sua parte l’inerzia della partita: Ferri al 26’ mette la tripla del +5, Benzoni in allontanamento quella del +8. Le difese si intensificano, la Elachem tiene il vantaggio andando all’ultimo mini-intervallo sul 64-56.

È Olleia, lasciato libero da tre, a provare a lanciare il recupero senese. Imbrò (miglior marcatore dei suoi con 18 punti) fa 1/2 ai liberi, portando i toscani al +4. Verri (mvp della partita con 21 punti) ferma il break con l’ennesimo canestro e fallo subito dopo un’entrata. Benzoni al 33’ segna il 69-60 in transizione. Olleia rimane l’ultimo ad arrendersi per Siena, poco seguito dai compagni. La Virtus non ha la forza per rientrare e, pur tenendo una buona difesa, manca di lucidità in attacco. Ancora un’entrata di Verri a 3’38” dalla fine segna il +11 che suona come una sentenza. Quando mancano 100 secondi alla sirena, però, Bianchi intercetta palla a Ferri con il piede: gli arbitri non fischiano, l’esterno toscano si invola in contropiede a segnare il -7. Lo stesso Ferri si guadagna un fallo ma fa soltanto 1/2 dalla linea della carità. Dalla parte opposta, invece, Imbrò è perfetto, riportando i suoi a -6 a 39” dalla fine sull’82-76. Vigevano non si spaventa: Benzoni batte Olleia in uno contro uno, sull’azione seguente Siena non trova il canestro. Finisce 84-76.

Le dichiarazioni del dopopartita per la Elachem sono affidate al vice di Piazza, Andrea Cerri, che spiega chiaramente l’andamento della partita: “Abbiamo concesso 45 punti nel primo tempo e 31 nel secondo. Nei primi due quarti non abbiamo fatto quello che avevamo preparato. Dobbiamo toglierci dalla testa l’idea che esistano partite facili. Nel secondo tempo abbiamo seguito il piano partita, togliendo a Siena tiri facili. In attacco sappiamo poi che possiamo sempre trovare pronti i nostri protagonisti”. Vigevano adesso è attesa a due trasferte di seguito: “Ci siamo tolti la scimmia della vittoria fuori casa espugnando Domodossola. Non sappiamo se a Borgosesia ci sarà Birindelli, loro sono una squadra che può vincere o perdere contro chiunque. Dipenderà dalla nostra mentalità”, sentenzia Cerri.

Contento della prestazione dei suoi nonostante la sconfitta il coach senese Maurizio Tozzi: “I primi due quarti sono stati i migliori della nostra stagione. Abbiamo fatto per bene tutto ciò che avevamo preparato. Nel terzo quarto abbiamo interrotto la circolazione di palla e questo ci ha penalizzato. Abbiamo certamente subito Verri, che ha catalizzato su di sé la partita risultando decisivo”.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore