/ Sport

Sport | venerdì 11 gennaio 2019, 16:53

Basket serie B: cresce l'attesa per il derby di ritorno fra Pavia e Vigevano. Le sensazioni dei due coach

A circa 24 ore della sfida più attesa del campionato, che storicamente in ogni circostanza ha sempre riempito le tribune del palaRavizza, abbiamo dato la parola a Paolo Piazza e Massimiliano "Pat "Baldiraghi, che ci raccontano le emozioni della vigilia di Winterass Omnia Pavia-Elachem Nuova Pallacanestro Vigevano 1955

Basket serie B: cresce l'attesa per il derby di ritorno fra Pavia e Vigevano. Le sensazioni dei due coach

E' la sfida che catalizza l'interesse della provincia di Pavia cestistica, da sempre c'è stata una una grande rivalità fra le due piazze, il derby Omnia Winterass Pavia-Elachem Vigevano, in programma domani (domenica) alle 18 al palaRavizza, porta con sé contenuti che vanno ben al di là di una semplice gara di campionato come tutte le altre programmate nel calendario della serie B "Old Wild West". Sarà una sfida che nella serie cadetta manca da circa un decennio, per cuori forti e palati fini che vedrà protagoniste due piazze storiche nella geografia del basket italiano, da sempre abituate a respirare l'aria dei più importanti palcoscenici a livello nazionale. La sfida di andata venne vinta dai gialloblu ducali per 74-63, in una sfida caratterizzata dagli infortuni sulla sponda pavese di Iannilli e Manuelli. Questa volta invece Pavia partirà con tutti i suoi effettivi del roster mentre per Vigevano mancherà il lungo Duilio Ernesto Birindelli, un'assenza pesante nelle rotazioni dei ducali. Le due squadre stanno vivendo un momento della stagione diametralmente opposto sul piano squisitamente dei risultati ottenuti nell'ultimo periodo: Vigevano è reduce da quattro vittorie consecutive mentre Pavia ha collezionato una vittoria e tre sconfitte sul finire del girone di andata. Alla vigilia della partitissima parlano i due coach Paolo Piazza e Massimiliano "Pat" Baldiraghi.

Che tipo di partita vi aspettate e può già rappresentare un crocevia importante della stagione per entrambe le squadre?

PIAZZA: "Il derby è una partita strana che esula dalle normali dinamiche di una gara qualunque, solitamente chi arriva da un momento di difficoltà trova energie supplementari da buttare sul parquet. Sicuramente rappresenta un crocevia della stagione più per Pavia che per noi, dal momento che per varie vicissitudini dovute sostanzialmente all'assenza di giocatori importanti, mi riferisco principalmente a Di Bella e Iannilli, sono un'po' in ritardo in classifica e per raggiungere l'obiettivo dichiarato da inizio stagione che sono i playoff devono iniziare a recuperare posti in classifica. E' chiaro che una sconfitta contro di noi domenica prossima complicherebbe non poco i loro piani di raggiungere questo traguardo. Per Vigevano invece è una grande opportunità di allungare a cinque la striscia di vittorie consecutive, è una sfida che si può decidere sui dettagli per un episodio più o meno sfavorevole o magari per l'incapacità mentale di una delle due compagini di gestire un eventuale vantaggio. L'assenza di un giocatore come Birindelli pesa, però sposterei il focus su quelli che ci sono, chi l'ha sostituito nelle ultime due partite l'ha fatto nel migliore dei modi. Io credo che De Gregori e Petrosino siano molto cresciuti dall'inizio dell'anno, nell'ultima partita a Borgosesia hanno dimostrato di poter giocare a questi livelli, certo sostituire un giocatore fisico e che gioca in più ruoli come Birindelli non è cosa banale. Ci faremo comunque valere come sempre dall'inizio alla fine e poi tireremo le somme di com'è andata la gara".

BALDIRAGHI: "Sicuramente per noi è una partita importante sotto tanti aspetti, il fatto di aver collezionato soltanto 12 punti in questo girone di andata per motivi di infortuni vari e altre problematiche, ci fa pensare che dovremo giocare un girone di ritorno eccezionale. A partire chiaramente dal derby con Vigevano di domenica prossima, è logico che se la quota playoff è intorno ai 30 punti, per cercare di arrivarci dovremo vincere 9-10 partite, un obiettivo per nulla semplice da conquistare però ci proveremo con tutte le nostre forze fino a fine campionato. Al momento siamo nelle retrovie, la classifica alla fine è quella che conta al di là di tutti i valori tecnici che può avere in teoria la nostra squadra, non ci piangiamo addosso, sappiamo di valere di più e vorremmo cercare di centrare il nostro obiettivo dichiarato di inizio stagione che sono i playoff e ce la metteremo tutta".

Quali sono i punti di forza delle vostre rispettive squadre?

PIAZZA: "Pavia è una squadra che al completo vale tranquillamente i primi quattro posti del girone A, certo che hanno avuto molti problemi con gli infortuni da limitarne il rendimento per buona parte del girone di andata. Sommando il valore dei loro giocatori il risultato qualitativamente parlando è molto elevato. A mio avviso l'asse play-pivot Di Bella-Iannilli è uno dei più forti di questo campionato. Se dovessero riuscire a centrare un piazzamento in zona playoff al termine della regular season, credo che sarebbero molto temuti dalle squadre degli altri gironi, perché sono esperti e hanno un roster in generale di giocatori importanti per la categoria."

BALDIRAGHI: Premesso che mi aspetto una partita molto intensa e combattuta, dove vincerà chi avrà la forza di fare le giocate giuste nei momenti chiave della sfida, Vigevano ha dalla sua la capacità vincente della squadra e del suo coach accumulata nella cavalcata impeccabile della scorsa stagione in C Gold, anche contro di noi all'andata al di là delle assenze, nei momenti importanti Verri e Benzoni hanno fatto due o tre giocate veramente decisive nell'economia del risultato finale. Sicuramente l'aver perso Iannilli dopo tre minuti ed Emanuelli poco dopo, ha condizionato l'esito della sfida di andata e non solo perché poi per un mese e mezzo non abbiamo potuto schierare questi due giocatori per noi fondamentali. In questa circostanza Vigevano essendo priva di Birindelli, avrà una rotazione in meno a disposizione nei suoi effettivi, ma come ho sempre detto non bisogna pensare agli assenti, perché comunque sia noi che loro abbiamo vinto partite nelle quali c'erano defezioni di giocatori, alla fine conta chi va in campo non gli assenti.

In conclusione possiamo dire che questo derby di basket Pavia-Vigevano rappresenta un fiore all'occhiello per tutto lo sport del territorio e non solo?

PIAZZA: "Sicuramente questa è una partita che viene considerata interessante fuori dai confini provinciali, un vero e proprio evento perché muove un pubblico che nemmeno molte squadre di A-2 possono vantare, il palaRavizza al netto di divieti o capienze prestabilite, domenica presenterà con ogni probabilità una cornice di oltre 2.000 persone, un vero unicum a questi livelli, ed è bello che dopo alcuni anni di assenza si torni a giocare questa sfida nel campionato di serie B, una categoria che per noi al momento è il massimo raggiungibile, ma credo possa valere lo stesso discorso anche sulla sponda pavese.

BALDIRAGHI: "Questa partita deve essere uno spot per la pallacanestro provinciale, per tutti gli appassionati per la gente del nostro territorio, anche perché sicuramente il derby ha una forte cassa di risonanza al di fuori dei confini provinciali. Dovremmo essere bravi noi e bravi i tifosi a rendere onore a un evento di così alto livello, che da anni non si disputava in un campionato nazionale come la serie B, io ne ho vissuti tanti anche in epoche preistoriche. Quindi è un bene per il movimento che ci sia così tanta attesa per la partita di domenica prossima."

 

 

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore