/ Sport

Sport | 20 gennaio 2019, 20:58

Basket Serie B, la migliore Elachem della stagione si impone su Montecatini

Priva di Birindelli e Benzoni, Vigevano sfodera una grande prestazione e batte Montecatini 85-63 ribaltando il -18 dell’andata. Partita monstre di Verri e Ferri, estrema solidità e concretezza da Petrosino e Rossi

Basket Serie B, la migliore Elachem della stagione si impone su Montecatini

Vigevano spazza via tutti i dubbi che potevano venire dalla sconfitta di Pavia e dalla defezione di Benzoni (che ha raggiunto in infermeria l’infortunato di lungo corso Birindelli) e contro Montecatini mette in mostra una mentalità di livello superiore per arrivare non solo a battere l’avversario, ma anche a portare a proprio favore la differenza canestri nel doppio confronto, operazione assai difficile considerato il -18 dell’andata. I 21 punti di Verri (7/9 dal campo), i 18 di Ferri (70% dal campo), i 10 rimbalzi di Rossi e 30 solidissimi minuti di Petrosino hanno non solo fatto dimenticare le assenze, ma anche offerto uno spettacolo che ha fatto strabuzzare gli occhi dei tifosi presenti al PalaBasletta.

Grande dinamismo in avvio, Vecerina è il primo a sparigliare con una bomba dall’angolo. Verri parte in penetrazione a inaugurare la sua grande partita, dimostrando di volersi accollare, oltre alle sue abituali responsabilità, anche quelle dell’infortunato Benzoni. Vigevano fa capire di essere mentalmente molto presente, e al 4’ Minoli prende un rimbalzo da un suo stesso tiro per segnare il 9-4. Risponde Bolis, libero dalla lunga, e Giorgi, che sfugge a Verri e pareggia. Due falli consecutivi fanno però uscire momentaneamente il lungo toscano dalla partita (rientrerà nel secondo tempo senza incidere). De Gregori, che quei due falli li aveva invece subiti, ne approfitta segnando subito. Una bella giocata di Panzini libera Ferri per la sua prima tripla di serata, pronta la replica di Marengo dall’angolo. Ancora Marengo con due liberi riduce lo svantaggio portando al 20-18 di fine primo quarto.

Minoli prova a scavare un nuovo solco mettendo una tripla centrale da molto distante. Montecatini va a rimbalzo con tre uomini, Moretti (16 rimbalzi totali) viene premiato con due punti. Verri con una tripla dall’angolo che sa di sentenza e un susseguente gioco da tre punti porta Vigevano a +9. I ducali vanno in trance agonistica: rubano palloni in difesa e rimbalzi in attacco, scatenando l’entusiasmo dei tifosi. Ancora Verri mette il 31-20 al 13’, Ferri da tre in transizione allunga ulteriormente il parziale nei quattro minuti più belli del campionato fin qui disputato dalla Elachem. È Moretti a chiudere il parziale sorprendo Petrosino. Vecerina si fa trovare pronto per ripristinare le distanza. Vigevano arriva al +18 grazie a una tripla di Verri, ben assistito da Panzini. Lo stesso Verri è spettacolare subito dopo a consegnare a Petrosino l’assist per il 42-24 al 17’. Qualche secondo, ed è proprio Petrosino a mangiarsi il pitturato andando a schiacciare a due mani: grande show al PalaBasletta. Nei minuti successivi la Elachem tira il fiato, Montecatini non sembra avere risorse per replicare. Si arriva al riposo sul 46-29.

Gli ospiti tornano in campo più determinati, riuscendo a trovare punti con continuità. Vigevano fa girare palla e tiene le distanze nel punteggio. Il dinamismo di Bolis (nel primo tempo limitato da problemi di falli) fa bene a Montecatini. Lo stesso Bolis e Meini mettono punti importanti, mentre Vigevano non sfrutta a dovere alcuni miss-match sotto canestro. Verri torna a bruciare la retina al 26’ per il +17 dopo un bel recupero della difesa ducale. Il +20 arriva con un tracciante di Ferri, lasciato libero dagli ospiti. Prima della fine del quarto si fa in tempo anche a vedere un passaggio no-look di Verri, che finge l’entrata per servire Ferri, libero di segnare da tre dall’angolo. 65-45 all’ultimo mini-intervallo.

All’inizio dell’ultimo quarto Piazza concede riposo a Petrosino e Verri, due dei principali protagonisti di partita. Vecerina ruba palla a Galli e si invola in contropiede, Meini prova a ridare fiato ai suoi con una tripla. La partita resta vivace perché rimane aperto il discorso della differenza canestri, dato che il vantaggio veleggia sempre intorno a quei 18 punti che decretarono il divario della gara d’andata. Ferri infila due bombe consecutive al 36’ e si arriva al massimo vantaggio vigevanese sul 75-53. Galli rimette in corsa Montecatini, anche perché Ferri subito dopo fa 0/2 ai liberi. Finale teso, come un mini-supplementare. Minoli mette una tripla sontuosa, Moretti commette sfondamento su Petrosino. Vecerina, ottimamente servito da Verri, segna il +21. Non è finita, perché è lo stesso numero 7 gialloblù a perdere palla sul pressing avversario, permettendo a Marengo di rimettere in discussione il doppio confronto. Decide un’ottima difesa di Rossi ancora su Marengo, dopo un 1/2 ai liberi di Panzini. Rossi subisce infine fallo antisportivo, mettendo i liberi dell’85-63 finale.

Piazza ha solo parole di elogio per la prestazione dei suoi: “I ragazzi hanno fatto quasi un capolavoro, pensare di vincere e ribaltare la differenza canestri nelle condizioni in cui eravamo non era affatto semplice. Complimenti ai giocatori, la partita è stata sempre in pugno. L’obiettivo era togliere palloni a Meini, e ci siamo riusciti. In attacco abbiamo fatto bene, nonostante Montecatini abbia cambiato molte difese. Voglio sottolineare i 17 assist di squadra su 32 canestri segnati, che dice molto”.

Non fa drammi per la sconfitta coach Tonfoni: “Abbiamo perso concentrazione a inizio secondo quarto. Siamo una squadra giovane, ci è mancata l’esperienza e il risultato sono state le 7 palle perse del secondo quarto. Ci siamo sbilanciati sulle rotazioni, concedendo tanti tiri aperti a Vigevano. Mi è piaciuta la volontà di non arrendersi dei miei giocatori, che hanno comunque giocato fino all’ultimo secondo. L’atteggiamento è quello giusto”.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore