/ Cronaca

Cronaca | 12 marzo 2019, 11:32

Cilavegna: furto di auto e soggiorno illegale, denunciato un 27enne marocchino

L'uomo, lo scorso 4 marzo, aveva rubato un auto a Cilavegna ritrovata poi ad Albonese. Il malvivente era riuscito comunque a fuggire, ma ieri i carabinieri lo hanno rintracciato e identificato quale autore del furto, grazie all'ausilio delle telecamere

Cilavegna: furto di auto e soggiorno illegale, denunciato un 27enne marocchino

Nel tardo pomeriggio del 10 marzo scorso (domenica), a Gravellona, i carabinieri della locale Stazione  hanno denunciato in stato di libertà per i reati di furto aggravato di autovettura e ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello stato un ventisettenne marocchino, irregolare sul territorio nazionale, gravato da precedenti di polizia.

La vicenda aveva avuto inizio nel pomeriggio del 4 marzo scorso, quando un cinquantaseienne nato e residente a Cilavegna aveva denunciato alla Stazione carabinieri di Gravellona che ignoti, intorno alle ore 15 precedenti, avevano rubato la propria autovettura Audi Q7, regolarmente parcheggiata di fronte alla propria abitazione a Cilavegna. Le immediate ricerche poste in atto dai militari nella zona hanno permesso di intercettare e bloccare la citata autovettura in un campo del comune di Albonese. Il malvivente tuttavia, abbandonata l’autovettura dopo aver asportato dall’interno una somma di trecento euro, era riuscito a darsi a precipitosa fuga a piedi nelle campagne circostanti, eludendo le immediate ricerche di tre pattuglie dell’Arma accorse appositamente sul posto in supporto dei colleghi e protrattesi sino a tarda serata. L’autovettura al termine era stata restituita al legittimo proprietario.

Ieri, a conclusione della relativa attività investigativa intrapresa, i militari, che avevano nel frattempo raccolto inconfutabili elementi di reità nei confronti dell'uomo, ripreso successivamente al furto da alcune telecamere di videosorveglianza alla guida dell’autovettura asportata, nel corso di un quotidiano pattugliamento sono riusciti a intercettarlo, riconoscendolo mentre circolava a piedi nel centro abitato di Cilavegna. I successivi accertamenti d’identificazione hanno consentito inoltre di appurare la sua presenza su territorio italiano senza il regolare permesso soggiorno.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore