/ Cronaca

Cronaca | 21 marzo 2019, 20:27

Alessandria: incendio in una cella di San Michele, tre agenti intossicati

La protesta di un detenuto che ha dato alle fiamme il suo materasso è stata fermata prima che le conseguenze potessero essere ben peggiori. Tre agenti sono finiti all'ospedale, però. Il SAPPE denuncia carenze di organico e la novità della 'vigilanza dinamica'

Alessandria: incendio in una cella di San Michele, tre agenti intossicati

Alcuni intossicati tra gli agenti di polizia penitenziaria di San Michele, chiamati a domare le fiamme sprigionate da un materasso. Il sindacato SAPPE parla di ennesima "tragedia sfiorata". Come racconta Demis Napolitano, segretario provinciale del Sindacato Autonomo di Polizia Penitenziaria, "Un detenuto alle 4 del mattino ha inscenato una protesta sconsiderata e incomprensibile, appiccando un incendio nella sua cella”.

Le fiamme si sono subito propagate dal materasso, ma per il tempestivo intervento dei poliziotti sono state scongiurate conseguenze peggiori. "Tre agenti sono rimasti intossicati dal fumo e finiti al pronto soccorso", denuncia. 

Anche in episodi come questi che il SAPPE ribadisce che nelle carceri italiane la situazione del personale e del sovraffollamento resta critica: "Da quando sono stati introdotti vigilanza dinamica e regime penitenziario aperto, con detenuti fuori dalle celle per almeno 8 ore al giorno con controlli sporadici e occasionali, gli episodi di violenza contro i poliziotti sono aumentati".

Gli fa eco il segretario regionale FNS CISL, Vincenzo Ricchiuti: "Tutte le Organizzazioni Sindacali rappresentative, compresa la nostra, sono in stato di agitazione sia a livello nazionale che locale, perché l’Amministrazione Penitenziaria continua a non tutelare i suoi lavoratori, i quali subiscono giornalmente aggressioni e malversazioni dai detenuti, che approfittano, soprattutto nelle ore notturne o nelle giornate festive, di un minor livello di sorveglianza e di controllo. La nostra protesta non terminerà fino al momento in cui non si troveranno le giuste e dovute soluzioni".

redazione online Alessandria

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore