/ Cronache del passato

In Breve

Cronache del passato | 12 aprile 2019, 11:45

SEMIANA LEGGENDE - La luce nel Castello -

tratto da storiedilomellina.altervista.org

SEMIANA LEGGENDE - La luce nel Castello -

Il Comune di Semiana, posto nelle campagne lomelline, è uno dei luoghi poco conosciuti, ove storia e leggenda si incontrano. Inizialmente, il paese, si chiamava Samignana, ma dal XVIII secolo, prende il nome attuale.
Posto nel centro del paese, sorge un “castello” se così lo vogliamo definire...
Un palazzotto signorile del XVII secolo, fatto costruire dalla famiglia Rejna, di origini spagnole.
Pochi anni dopo la sua costruzione, venne abbandonato, lasciandolo così andare in rovina...
Si narra, che negli anni settanta, un ragazzo, passando per la via che costeggia il castello, notò una luce al suo interno... Non stupito del fatto, pensando che si trattasse di un senzatetto rifugiatosi li, continuò la sua strada... Ma la sera successiva rivide la luce, così, curioso, decise di chiamare degli amici per mostrare anche a loro lo strano bagliore... Non sembrava una fiamma, ne tanto meno una torcia elettrica... Ma sapendo che il castello era pericolante, decisero che forse era meglio controllare di giorno. E così fecero, entrarono durante il giorno, ma non vi erano segni ne di senzatetto, ne di fuochi accessi...
Non passarono molti giorni, era la Vigilia di Natale, e la luce del castello riapparve... Come sempre, questa volta venne vista da più persone, che munite di torce, provarono a illuminare la zona, ma appena la luce filtrò nel castello, la misteriosa “luce” sparì... e da quel giorno non si vide più... fino alla Vigilia di Natale successiva... quando riapparve... C'è chi parlò di fantasmi, chi di scherzo e chi fece orecchie da mercante...
Eppure, vi è ancora chi parla di questa luce che si vede ancora oggi! Sempre durante la Vigilia...
Cosa potremmo dire? Chi siamo noi per poter dire di cosa si tratta?
Quello che possiamo constatare con molto dispiacere è lo stato attuale del Castello, volto a cadere su se stesso... Facendo così perdere un pezzo di storia di questo piccolo paese...

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore