/ Sport

Sport | 20 aprile 2019, 23:39

Basket Serie B, Vigevano vince contro Valsesia e chiude quarta

Poco più di una formalità la partita contro i piemontesi, che si sciolgono dopo pochi minuti. La Elachem conferma il prezioso quarto posto finale in regular season e domenica 28 aprile disputerà la prima gara dei play off in casa contro Padova

Basket Serie B, Vigevano vince contro Valsesia e chiude quarta

Tutto facile per Vigevano nell’ultimo turno di stagione regolare. Al PalaBasletta arriva una Valsesia totalmente scoraggiata che poco ha potuto contro una Elachem già in forma play off. La curiosità dei tifosi è presto andata agli schermi dei telefonini per controllare i risultati del girone B: al quinto posto si è classificata Padova, che sarà quindi l’avversaria dei gialloblù. Il calendario prevede gara1 a Vigevano domenica 28 maggio, gara2 giovedì 2 maggio a Padova ed eventuale gara3 a Vigevano domenica 5 maggio.

La partita di questa sera ha avuto molto poco da dire. Parte forte Vigevano con due canestri di Benzoni e Petrosino, Valsesia replica con Panzieri libero dall’arco. Nelle fasi iniziali la Elachem appare un po’ frettolosa in attacco e spreca un paio di transizioni. Piazza chiama time out al 4’, dopo la seconda azione d’attacco consecutiva dei suoi conclusa con un passaggio nel vuoto. Una piccola scossa che dà risultati: Benzoni trova la retina dalla distanza per il nuovo allungo gialloblù, mentre Valsesia tira con percentuali bassissime, anche per via delle strette marcature vigevanesi. Birindelli porta i difensori lontano dal pitturato e sforna assist per i piccoli: Vigevano scappa sull’11-5. Un tiro molto difficile di Vecerina allo scadere dei 24” dopo una bella difesa degli ospiti porta i ducali alla doppia cifra di vantaggio. Alla fine del quarto si arriva addirittura sul 22-5, con Valsesia non pervenuta nella metà campo offensiva.

Gli ospiti provano ad attaccare il canestro e cominciano a raggranellare qualche punto. Due contropiedi di Vecerina (miglior marcatore della partita con 25 punti e 9/12 dal campo) portano Vigevano al +20: 29-9 al 13’. Valsesia la mette sull’agonismo, i contatti si esasperano. Mini-break dei piemontesi con due canestri da tre di Brigato e Ouro-Bagna, risponde la Elachem con Petrosino e Minoli. All’intervallo lungo, il vantaggio ducale è ancora più che cospicuo (38-18).

Il copione non cambia nel secondo tempo. La sterilità offensiva di Valsesia è tale che Vigevano mantiene i 20 punti di vantaggio senza mai forzare. Le cose per gli ospiti addirittura peggiorano negli ultimi minuti del terzo quarto, quando Vigevano decide di sfruttare il match come allenamento in vista dei play off e sfodera una fiammata che porta al +30. Alla terza sirena Valsesia ha segnato la miseria di 27 punti, la Elachem 56. Nell’ultimo quarto Vigevano molla, Valsesia recupera qualche punto fino al 64-42 finale.

Una menzione è doverosa per i tifosi giunti dal Piemonte, che hanno sostenuto la loro squadra per tutta la partita nonostante la pessima prestazione, ricevendo al termine l’omaggio dei supporter gialloblù. In conferenza stampa Piazza delega il commento della partita al suo vice Andrea Cerri, che sottolinea i progressi della squadra nel corso dell’anno: “Ora si vede il lavoro fatto in questi mesi, con dieci giocatori che si muovono all’unisono. Non si allena solo il fisico, si allena anche la testa. Certamente quel 21-5 iniziale ci ha dato la serenità per gestire il resto della partita. Il lato negativo è stato il quarto quarto, con un parziale di dieci punti presi in cinque minuti che sicuramente non ci potremo permettere nei play off”.  Qualche parola anche sul prossimo avversario, Padova: “Hanno giocatori importanti, oggi hanno battuto Cesena che era seconda. Giocano con due playmaker, mi aspetto che cercheranno di controllare i ritmi”. Alberto Rossberger, assistente di Piazza, fa notare che “il campionato è finito qui: i play off sono un altro campionato, dove non ci sono obiettivi se non fare il meglio possibile, può succedere di tutto”.

Da parte piemontese, coach Bolignano non fa drammi: “Mi aspettavo una Vigevano con grande determinazione, non è stata una sorpresa. Abbiamo pagato il parziale iniziale, in cui non abbiamo contrastato in difesa e soprattutto abbiamo avuto una scarsa capacità realizzativa. Ci siamo intestarditi sul tiro da tre, nonostante le basse percentuali. Vecerina ci ha fatto male, su di lui abbiamo difeso ma non è bastato. Potevamo fare di più, certamente gli infortuni non ci hanno permesso di preparare bene la partita durante la settimana. Credo che oggi si sia vista tutta la differenza di organico e classifica fra le due squadre”.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore