/ Cronaca

Cronaca | 22 aprile 2019, 14:11

Oltrepò: ricercato per bancarotta fraudolenta e violazione di sigilli, in manette un 56enne

L'uomo, un commerciante di legname già noto alle forze dell'ordine, dovrà scontare una pena di 9 anni e 12 mesi per reati commessi sul territorio provinciale

Oltrepò: ricercato per bancarotta fraudolenta e violazione di sigilli, in manette un 56enne

I militari della Stazione Carabinieri di Zavattarello, in esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica di Brescia, hanno individuato e arrestato un 56enne, originario di Lecco ma residente a Ruino ,commerciante di legname e pregiudicato.

L’uomo dovrà scontare una pena passata in giudicato di 9 anni e 12 mesi  per bancarotta fraudolenta continuata e violazione di sigilli, tutti commessi nella provincia di Pavia. L’uomo, venuto a conoscenza della condanna definitiva, si era allontanato da Ruino e aveva messo in vendita i suoi beni per permettersi la fuga.

I Carabinieri di Zavattarello hanno così attivato le ricerche con tutti i mezzi possibili senza riuscire nel rintraccio fino a quando, con particolare complesso intuito investigativo, hanno simulato l’interesse all’acquisto di un bene messo in vendita su internet proprio dal ricercato e così hanno finalmente avuto la possibilità di individuare, rintracciare e - con il coordinamento della Compagnia Carabinieri di Voghera e l’ausilio dei militari delle Stazioni di Casteggio e Godiasco Salice Terme -  trarlo in arresto.

L’uomo, assolte le formalità del caso, è stato ristretto presso la Casa Circondariale di Voghera a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Brescia.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore