/ Sport

Sport | 14 maggio 2019, 22:35

Basket serie B: Elachem mai doma, ma vince ancora Orzinuovi

Niente da fare per Vigevano in gara2 che dopo un inizio da incubo, rientra in partita nel secondo tempo, ma alla fine è costretta a cedere (65-59) alla maggiore fisicità dei bresciani, nonostante un Verri di lusso con 19 punti realizzati e tanta qualità sul parquet

Il top scorer di gara2 Pat Verri nella foto di Laura Marmonti

Il top scorer di gara2 Pat Verri nella foto di Laura Marmonti

La Elachem Vigevano esce nuovamente sconfitta dal PalaAmbienti di Orzinuovi in gara2 per 65-59. I gialloblu, dopo un avvio non certo incoraggiante hanno dato l'impressione di poter operare il blitz esterno, trascinati da un Verri monunentale top scorer della sfida con 19 punti e tanta sostanza, ma così non è stato ed ora per risalire la china (sotto per 0-2 nella serie) occorrerà una vera e propria impresa a cominciare da venerdì prossimo quando la sfida si trasferirà al PalaBasletta per gara3 ed eventuale gara4.

E' innegabile che i gialloblu possano nutrire un pizzico di amaro in bocca per quanto messo sul parquet in entrambe gli incontri disputati in terra bresciana. Soprattutto questa sera a due minuti dalla sirena finale, i ducali sembravano veramente poter sferrare il colpo del k.o., ma così non è stato.

Avvio tutto in salita per il quintetto di coach Piazza, che dopo tre minuti di gioco del primo quarto, deve rincorrere il 10-0 iniziale propiziato da Galmarini e Turel a tratti incontenibili in questa fase del confronto. In questa frangente i bresciani sembrano fare il bello e il cattivo tempo, ad accendere la Elachem ci pensa quindi Pat Verri con una tripla quanto mai taumaturgica. E' solo un fuoco di paglia Orzinuovi continua a colpire all'interno dell'area ducale e metà del periodo iniziale, il tabellone recita 18-3 per i bresciani. In questa fase è sempre Verri a suonare la carica per i suoi e grazie nuovamente a una tripla il divario si riduce di 10 lunghezze, sul 20-10, con cui si entra negli ultimi due minuti del primo quarto. Vigevano continua però a patire soprattutto in fase difensiva con Bianchi e Siberna a far ciuffare la retina con due tiri dall'arco. Si iscrive a referto anche Rossi che sempre con una tripla riduce il divario (26-14), prima che Galmarini chiuda la frazione con il canestro del 28-14.

Nella seconda frazione il copione non sembra voler cambiare quantomeno nelle fasi iniziali, capitan Benzoni entra finalmente in partita, ma Tassinari infila la "bomba" del nuovo +15 per Orzinuovi. La Elachem come un leone ferito, a questo punto trova il modo di accendersi ed è nuovamente Verri coadiuvato da Panzini a piazzare un mini break di 6-0, che riporta i gialloblu sotto di dieci lunghezze sul 34-24. Birindelli fa sentire il suo peso dentro l'area e permette ai ducali di rosicchiare qualche punto a Orzinuovi, così all’intervallo lungo è 41-32 per i padroni di casa.

Vigevano è totalmente in partita quando Minoli in avvio di secondo tempo buca la retina dalla lunga distanza, è -6 sul 41-35. La sfida diventa sempre più fisica ed intensa, a farne le spese i lunghi gialloblu con Birindelli e Petrosino gravati di 4 falli. Le due aree diventano sempre più una tonnara come si conviene in una gara2 di semifinale e in situazioni come queste capitan Benzoni fa sentire il peso della sua esperienza e tiene a galla Vigevano sempre in tandem con il solito Verri e alla penultima sirena è 42-35 per i padroni di casa.

I gialloblu sono decisamente on fire in questo fase dell'incontro e Birindelli rimesso in campo da coach Piazza porta i ducali al -4 sul 54-50. Orzinuovi non ci sta e la premiata ditta Galmarini-Timperi-Varaschin regala il nuovo + 10 ai bresciani. Partita finita? manco per sogno i gialloblu alzano nuovamente i giri del motore, Benzoni e Verri si caricano sulle spalle il peso della squadra e firmano un parziale di 7-0, che costringe coach Salieri a chiamare un time-out. Vigevano da l'impressione di poter agganciare i padroni di casa, ma forse manca quella lucidità necessaria per compiere il colpaccio. E così Bianchi e Tassinari dalla linea della carità riescono a dare ossigeno ai bresciani, il tecnico subito da Panzini per una difesa oltre la linea laterale a una manciata dalla fine è la sentenza che lancia Orzinuovi sul 2-0. Chissà che al PalaBasletta, a partire da venerdì prossimo con gara3, non si possano scrivere altri capitoli di questa avvincente semifinale di Serie B in salsa padana.

Coach Paolo Piazza commenta così: "Siamo partiti male come in gara1 e abbiamo subito troppo, lo sapevamo che loro sarebbero partiti di slancio. Poi abbiamo messo in campo il nostro orgoglio e ci siamo aggiudicati i restanti tre quarti dell'incontro. Però è chiaro che non puoi concedere un vantaggio del genere a una squadra come Orzinuovi. C'è rammarico perché abbiamo sciupato un'altra buona occasione per strappare il fattore campo ai bresciani, ora ci leccheremo le ferite e a partire da domani penseremo a gara3 davanti al nostro pubblico che ringrazio per averci seguito anche questa sera in trasferta".

Un capitolo a parte lo merita la condotta dei "fischietti" di gara2 sul quale il tecnico di Lesmo si esprime in modo perentorio: "Un arbitraggio così lo vorrei sempre per le partite in casa. Sulla direzione di gara non ho nulla da dire, sbagliamo noi in panchina, i giocatori in campo e succede che sbaglino anche loro. Dico invece che, agli incontri pre-stagionali tra arbitri ed allenatori, non voglio più sentire parlare di dialogo. Questa sera per due volte ho chiesto di poter parlare e non mi è stato permesso".

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore