/ Cronaca

Cronaca | 16 maggio 2019, 10:52

Tangenti a Legnano: arrestati Sindaco, Vice Sindaco e assessore

Terremoto politico e giudiziario nella città del Carroccio, increduli gli esponenti territoriali della Lega Nord

Tangenti a Legnano: arrestati Sindaco, Vice Sindaco e assessore

Un vero terremoto politico e giudiziario quello che si è abbattuto sulla città di Legnano. La Guardia di Finanza, nell’ambito dell’operazione ‘Piazza Pulita’ coordinata dalla Procura della Repubblica di Busto Arsizio ha arrestato il sindaco della Lega Nord Gianbattista Fratus, l’assessore e vice sindaco di Forza Italia Maurizio Cozzi e l’assessore ai lavori Pubblici, nominata da poco, Chiara Lazzarini. Le accuse sono di turbata legalità degli incanti, turbata libertà di scelta del contraente e corruzione elettorale.

In pratica si parla di tangenti. Arresti domiciliari per Fratus e per l’assessore Lazzarini. Cozzi, delega al Bilancio, è in carcere. Increduli gli esponenti territoriali appartenenti alla lega Nord. “Sono sbalordito – ha commentato il vice sindaco di Magenta Simone Gelli – conosco Fratus da anni ed è sempre stata una persona integerrima”. I particolari dell’operazione verranno resi noti in una conferenza stampa presso la Procura di Busto Arsizio. A Legnano, da mesi, non si vive una situazione tranquilla. La crisi è stata ricomposta grazie all’intervento del difensore civico regionale Carlo Lio dopo che la giunta è caduta lo scorso 29 marzo, sfiduciata dalla metà dei consiglieri comunali.

Articolo tratto da www.ticinonotizie.it

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore