/ Cronache del passato

Cronache del passato | 17 maggio 2019, 11:10

FIUME TICINO AMBIENTE - Fossili Lomellini: gli "Amnais" -

tratto da storiedilomellina.altervista.org

FIUME TICINO AMBIENTE - Fossili Lomellini: gli "Amnais" -

Camminando sulle rive del Ticino, più precisamente sui ghiaioni, è facile imbattersi in alcuni “Amnais”. Detto così è difficile da capire di cosa si tratta, ma lasciate che vi spiego… Si tratta di legno fossile, che di tanto in tanto appare sulle sponde del fiume “azzurro”.
Alcuni di questi amnais, sono di grandi dimensioni (alcune volte veri e propri alberi) altri invece, sono piccoli pezzi, che si confondono con il legname già presente sulle spiagge.
Ma come riconoscerli? Ebbene, il colore nero è sicuramente una delle possibilità, ma in alcuni casi, questi fossili, hanno mantenuto il colore primordiale…Come fare? Basta immergerli nell'acqua, capirete subito che non si tratta di un comune pezzo di legno, in quanto non galleggia!
Bhe, fino a questo punto mi sembra tutto chiaro, è legno fossile, non galleggia… ma… da dove arriva?
Dovete pensare che il Ticino secoli fa non era sicuramente com'è oggi; Attorno al suo alveo principale vi erano grandi paludi. Attorno ad esse vi erano rigogliosi boschi di querce, noccioli, abeti… Questi alberi di tanto in tanto, un po per le condizioni climatiche, un po per vecchiaia, cadevano nelle paludi. Un mix perfetto di fango, poco ossigeno e acqua, facevano sprofondare la pianta appena caduta. Sotto l'acqua stagnante, avveniva un processo di fossilizzazione…
Passano i secoli e il Ticino, lentamente si sposta… Con le piene, il fiume erode il fondo, e in alcuni casi, proprio su quel fondo vi sono i resti di quei boschi scomparsi… E' così che di tanto in tanto, alberi rimasti fossilizzati per secoli, riappaiono terminate le piene.
Attualmente gli “amnais” non hanno valore commerciale, ma in alcuni casi, alcuni artisti, prendono questo legno, che mantiene a volte forme stranissime, per crearci sculture…
Mentre per chi ama la storia, sono il “secondo oro” del Ticino…

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore