/ Attualità

Attualità | 14 giugno 2019, 12:52

Pavia: caos bollette pazze, altri duemila casi

Codacons: “E’ necessario intervenire sul Cda di vendita e servizi, non è ammissibile che ci siano ancora questi disservizi”

Pavia: caos bollette pazze, altri duemila casi

Sono oltre duemila le bollette pazze emesse in questi mesi da Asm vendita e servizi. I motivi per definirle pazze sono molteplici a cominciare dalla scadenza. Sono state recapitate bollette che scadevano il giorno successivo a quello di emissione, altre presentavano conteggi di addirittura tre anni invece che bimestrali con richiesta di pagamento immediato. A queste vanno aggiunte bollette altissime che in alcuni casi superano i 50mila euro. Ma non basta. Ci sono bollette doppie emesse con la stessa lettura dei mesi precedenti, stesso periodo e stesso importo; altro esempio le luci votive del cimitero di Voghera per le quali è stata applicata una tariffa a consumo anziché un canone forfettario.

Codacons: “E’ francamente inammissibile che ci siano questi disservizi che, tra l’altro, creano code agli sportelli dove gli utenti si accalcano per chiedere informazioni. E’ necessario intervenire sul cda di Vendita e Servizi e oggi il Codacons con una diffida chiederà interventi urgenti per risolvere il caos bollette pazze. Nel frattempo si invitano i consumatori a contattare il Codacons all’indirizzo codacons.pavia@gmail.com per ottenere informazioni su questa situazione”. 

 

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore