/ Cronaca

Cronaca | 30 luglio 2019, 10:50

Addio al "Pantani" di Vercelli

Giuseppe Andrini, sempre in sella alla sua bici, era il sosia del pirata

Giuseppe Andrini, il sosia vercellese di Pantani

Giuseppe Andrini, il sosia vercellese di Pantani

A Vercelli, almeno di vista, lo conoscevano tutti. Sempre in bici, con la tuta da corsa, occhiali, la bandana e il pizzetto. Il sosia perfetto di Marco Pantani. E, ora che se ne è andato, sono molti a volerlo ricordare, soprattutto tra i fans del "Pirata".

"Non ti conoscevo di persona ma il fatto di vederti sempre in giro a omaggiare il Pirata per me valeva davvero tanto. E quando passò il giro a Vercelli ti fermai apposta per una foto. Ci mancherai", ha scritto su Facebook Luca Impellizzeri, conosciuto titolare del bar Imperiale, pubblicando una foto con "il Pirata" in maglia rosa, taggando, nel suo post, anche la mamma di Pantani ("E' mancata una persona che per anni ha portato in giro il tuo Marco", ha scritto Impellizzeri alla signora Tonina).

Il suo vero nome era Giuseppe Andrini ed è morto a 80 anni: la sua somiglianza, dopo la tragica scomparsa del ciclista, gli era valsa diverse interviste sia sulla stampa locale che su quella sportiva. L'addio mercoledì 31 agosto, alle 10,30, nella chiesa di Billiemme. A dare l'annuncio, con un post sul profilo di Facebook, della sua morte il figlio Luca:  "Mio padre se n'è andato. Come da sua richiesta non ci saranno né necrologi, né notizie sul giornale e verrà sepolto nella terra. Saluta tutte le persone che gli hanno voluto bene. Si è raccomandato di farsi mettere tre euro in tasca: per quando dopo una passeggiata si fermerà a prendere un caffè. Ciao mia bella piuma dorata. Ora sei nell'universo, tra le costellazioni. Grazie per avermi fatto vedere tanta follia nella vita".

redazione online Vercelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore