/ Cronaca

Cronaca | 08 settembre 2019, 17:31

Vigevano: birre gelate e cibi scaduti fra cui omogenizzati, sanzionato un market etnico

Il titolare ha smaltito tutti gli alimenti scaduti, ma gli agenti della Polizia locale lo hanno comunque multato per oltre 3mila euro

Vigevano: birre gelate e cibi scaduti fra cui omogenizzati, sanzionato un market etnico

Tra sabato 7 e domenica 8 settembre 2019 la Polizia Locale di Vigevano ha svolto un servizio notturno. Dalle 19,45 alle 23,00 circa presso per la manifestazione del “Rogo del Diavolo”. Controllato anche un negozio etnico dove sono stati trovati alimenti scaduti da oltre 12/24 mesi, tra cui anche omogeneizzati per bambini. Multa di oltre 3mila euro.

Durante il sopralluogo è stato accertato:

– violazione dell’art. 67 bis RPU, poichè l’esercente ha posto in vendita bevande alcoliche (birra di varie marche in bottiglia e lattina – circa 120 pezzi) affrescate e ricoverate in apparecchiatura refrigerante funzionante. La sanzione amministrativa applicata è stata pari a 400 euro. Il frigorifero è stato spento.

– violazione dell’art.. 12- 3 c. D.L.vo 231/ del 15/12/2017, poichè durante l’ispezione si è accertato che erano stati posti in vendita, in diverse scaffalature, prodotti alimentari confezionati scaduti (per alcuni la data di scadenza era addirittura stata oltrepassata di circa 12/14 mesi). La quantità di beni con data di scadenza oltrepassata era notevole e oltre ai soliti alimenti confezionati quali: pasta, legumi, scatolame vario, olio ecc. ecc., si accertava anche la presenza di alimenti destinati all’infanzia (neonati) quali omogenizzati scaduti da circa 6 mesi.

Il titolare dell’esercizio ha spontaneamente provveduto a smaltire i beni alimentari scaduti depositandoli nei sacchi RSU per essere conferiti presso ASM.

La violazione originaria prevede una sanzione fino a 40.000 euro che con il p.m.r. è pari a 10.000 euro, ma essendo l’attività una micro impresa (impresa individuale con meno di 10 dipendenti e fatturato annuo inferiore a 2 milioni di euro) si è applicata la sanzione amministrativa ridotta pari a 3.334, 00 euro che se versata entro 5 giorni diventerà euro 2.333,00.

Dalle 0,45 alle 2,00 posto è stato effettuato un posto di controllo in Via de Amicis e controllo Movida.

Durante il servizio sono stati controllati 10 veicoli, 22 persone ed elevate 5 sanzioni per violazione del Codice della Strada di cui 4 per sosta in area di canalizzazione e una per guida senza cinture.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore