/ Sport

Sport | 19 settembre 2019, 11:10

Il rapper sordo Brazzo scrive ed interpreta l'inno del Real e non solo

Il rapper sordo Brazzo scrive ed interpreta l'inno del Real e non solo

Era inevitabile che, prima o poi, per il comune impegno sociale a difesa e tutela dei diritti ed istanze della comunità sorda, anche se in ambiti diversi, la strada della squadra di Futsal “Real e Non Solo”, fondata nel 2010 e composta da soli giocatori sordi, si sarebbe incrociata con quella del Rapper sordo Brazzo.

La squadra del Real, pluripremiata nell’ambiente del Futsal FSSI e DCL, e Brazzo, il rapper sordo italiano più noto, si sono infatti incontrati per dare vita ad un progetto unico e particolare… realizzare l’inno del “Real e Non Solo”. Si tratta  di un binomio sicuramente vincente che, fra musica rap e sport, accompagnerà la squadra ai massimi livelli, considerati gli ottimi risultati fino ad ora conseguiti.

La Squadra di Calcio a cinque “Real e Non Solo”, a partire dal suo esordio ad oggi, in soli 9 anni, si è fatta onore a livello locale e nazionale, riuscendo a collezionare un palmares  di tutto rispetto sia nella FSSI (Federazione Sport Sordi Italia) che nel DCL (Deaf Champion League): 6 Scudetti, 4 Supercoppe, 2 Scudetti U21, 1 Coppa Italia,  1 Winter Cup, risultati ottenuti nell’ambito della FSSI , mentre per il DCL, ha ottenuto 1 Champions U21; senza dimenticare le  4 Coppe del Re ottenute nel circuito della FIGC.

L’anno prossimo rappresenterà per la squadra un traguardo molto importante in quanto festeggerà il 10° Anniversario dalla fondazione; in dieci anni, ha compiuto un percorso tortuoso e sofferto che ha dato però immense soddisfazioni sia ai giocatori che alla dirigenza della squadra.

Per la prossima stagione 2019 – 2020, il Real ha deciso di partecipare per la prima volta al campionato FIGC di calcio a 5 nella categoria “Serie D”; per tutto il percorso che farà, sicuramente molto impegnativo, la squadra verrà supportata, in ogni disputa calcistica, dall’inno scritto ed interpretato dal rapper sordo Brazzo, uno dei suoi più accesi e solidali sostenitori che, per la sordità che li accomuna, ha voluto lanciare un chiaro messaggio di integrazione della comunità sorda, anche attraverso vari social… lo sport è una chiara dimostrazione del fatto che anche una squadra composta da sole persone sorde è in grado di affrontare qualsiasi sfida e, allo stesso tempo, di mettere a frutto sul campo il proprio talento senza limiti o barriere.

Come altri rapper che hanno collaborato alla realizzazione di inni calcistici per squadre del Campionato di Calcio di Serie A – B e C, anche Brazzo ha voluto dare il suo contributo musicale, rappando su una base ritmata da un incalzante battere di tamburi frasi che inneggiano all’onore nero argento, i colori della squadra del Real; il tutto intervallato da esaltanti cori da stadio che anticipano ed introducono lo slogan  “Real e non solo – Real – Amala e vivila – Real – Nessun dorma – Real – Real per noi – Noi per Real”, un motto dai toni forti che in sé vuole rappresentare i successi e  gli ottimi risultati e consensi calcistici ottenuti finora dalla squadra del “Real e Non Solo” in ogni sua competizione sportiva e tutto questo, senza fare mai riferimento alla sordità che caratterizza ed accomuna tutti i giocatori del Real, proprio per sottolineare che, sul campo, possono competere alla pari con i c.d. normodotati.

L’inno del Real uscirà il 19 settembre, supportato da un bel video disponibile  su youtube, dove Brazzo, sullo scenario di un campo da calcio a 5, accompagna la propria interpretazione sia in lingua italiana che in LIS (Lingua dei Segni Italiana), con sottotitoli in lingua italiana ed inglese, intervallato da reiterati  inserimenti di foto e video che riproducono le più belle azioni calcistiche e le immagini più significative del  “Real e Non solo”, realizzate in tutto il suo percorso, dagli esordi ad ora. 

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore