/ Cronaca

Cronaca | 07 ottobre 2019, 10:31

Vigevano: minaccia senza motivo alcuni passanti in pieno centro finché non ne accoltella uno a caso. Inseguito e disarmato finisce in manette

L'uomo un 61enne di origini sudamericane, già noto alle forze dell'ordine, dovrà rispondere per i reati di lesioni aggravate, minaccia aggravata e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere

Vigevano: minaccia senza motivo alcuni passanti in pieno centro finché non ne accoltella uno a caso. Inseguito e disarmato finisce in manette

Ieri 6 ottobre (domenica), i carabinieri della stazione di Vigevano hanno arrestato per i reati di lesioni aggravate, minaccia aggravata e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere, un 61enne nato in Argentina e residente a Vigevano, gravato da precedenti penali e di polizia.

La vicenda ha inizio ieri sera intorno alle 20 quando l'uomo, transitando in sella alla sua bicicletta in via del Popolo giunto all’altezza di una bar si è fermato e, in modo del tutto immotivato ed improvviso, impugnando con la mano destra un taglierino, ha minacciato un ragazzo di passaggio dopo avergli sputato contro e poi,  nell’allontanarsi dal bar sempre in bicicletta, ha minacciato con l’arma altri due giovani passanti, tentando di colpirne uno.

Tutti e tre i ragazzi, terrorizzati dall’uomo si sono quindi avvicinati alle persone esterrefatte sedute ai tavolini esterni del bar per trovare riparo. L’uomo, allora, prima si è allontanato dal bar e poi vi è ritornato quasi subito, per cercare le persone da lui appena prima minacciate, ma a questo punto, si è avvicinato al punto di ristoro automatico presente poco più avanti lungo via del Popolo all'altezza del civico numero 30 ed è entrato. Lì, ancora senza alcun motivo, ha aggredito un ragazzo diciottenne nato in Egitto e residente a Vigevano, prima cercando di colpirlo a mani nude, poi colpendolo al volto, alla guancia sinistra, con una fendente della sua arma da taglio, risalendo poi tranquillamente sulla sua bicicletta ed allontanarsi in direzione corso della Repubblica.

La vittima, quindi, dopo aver avvisato di quanto accaduto il padre che si trovava poco distante con degli amici connazionali, si è messo insieme a loro alla ricerca dell’aggressore intercettandolo all’altezza di via Mulini in bicicletta con ancora in mano il cutter. A quel punto il padre del ragazzo ha chiamato il 112 e, aiutato da altri passanti fermatisi, ha tentato di bloccare l’uomo, che nel frattempo si era dato alla fuga,  raggiungendolo in via San Pio.

Vistosi braccato, l’uomo ha quindi  puntato verso i cittadini con fare minaccioso sia il cutter che una catena della bicicletta, ma per fortuna è stato bloccato dalla pattuglia dei Carabinieri sopraggiunta in quel momento, che lo ha portato nella caserma della compagnia carabinieri di Vigevano, dove è stato tratto in arresto alle successive ore 23:30 e trattenuto presso la camera di sicurezza in attesa del rito per direttissima disposto per mattinata la odierna.

Il ragazzo accoltellato ha riportato un trauma contusivo allo zigomo sinistro con ferita lacero contusa con una prognosi  di cinque giorni.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore