/ Attualità

Attualità | 08 ottobre 2019, 12:52

Pavia: e' entrato in azione il primo "Cittadino Salvavita"

E' accaduto durante la notte di sabato scorso, ricevuta l'allerta per una persona in arresto cardiaco è riuscito ad arrivare sul posto in soli 6 minuti

Pavia: e' entrato in azione il primo "Cittadino Salvavita"

Dopo la presentazione in Prefettura di mercoledì 25 settembre, già centinaia di persone si sono registrate sull’app SafetyGo candidandosi come “First Responder” per intervenire tempestivamente in caso si trovassero nelle vicinanze di un arresto cardiaco. Cominciamo quindi ad assistere ai primi allertamenti: nella notte di sabato un “Cittadino Salvavita” che si trovava a poca distanza da una persona in arresto cardiaco è stato attivato ed è riuscito ad arrivare sul posto in soli 6 minuti.

Nonostante fosse appena arrivata anche la nostra automedica – riferisce la Dott.ssa Alessandra Palo, Direttore della AAT 118 di Pavia – è la dimostrazione che un solo cittadino può fare la differenza. In questa occasione fortunatamente il mezzo di soccorso era libero e prontamente disponibile ma se fosse stato più lontano, magari di rientro da un altro soccorso, la tempestività del cittadino avrebbe potuto cambiare le cose. Inoltre, più cittadini formati si renderanno disponibili, maggiori saranno le possibilità che uno di loro si trovi a distanze ancora inferiori, con tempi di intervento ulteriormente più rapidi”.

L’AAT 118 di Pavia ne approfitta per ricordare a tutti coloro che vogliono candidarsi come “Cittadino SalvaVita” che è necessario caricare sull’app SafetyGo la foto di un attestato BLSD conseguito negli ultimi due anni, sarà poi necessaria un po’ di pazienza per permettere di verificare i requisiti prima di essere realmente “arruolati”.Per chiarimenti in merito al funzionamento del sistema è stata attivata la casella di posta elettronica dedicata al progetto: cittadinisalvavita@areu.lombardia.it

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore