/ Attualità

Attualità | 16 ottobre 2019, 15:23

Sabato prossimo 120 volontari della Protezione Civile saranno impegnati nell'operazione "Fiumi sicuri"

In caso di maltempo, l'iniziativa sarà rinviata al sabato successivo

foto generica di repertorio

foto generica di repertorio

Sabato 19 ottobre, 120 volontari di Protezione Civile, che fanno capo a 21 Associazioni della Provincia di Pavia, saranno impegnati nell’operazione Fiumi Sicuri, progetto voluto e finanziato da Regione Lombardia per promuovere interventi di manutenzione e messa in sicurezza di corsi d’acqua finalizzati alla mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico.

“Si tratta di una iniziativa articolata e complessa -precisa il Presidente Poma- che comprende la pulizia dell’alveo del Po a Mezzana Bigli presso il ponte della Gerola), la manutenzione degli argini del torrente Nizza a Ponte Nizza e alcune opere di sistemazione sulla sponda dello Staffora a Rivanazzano, Godiasco e Salice Terme.”

In attuazione al Protocollo di intesa sottoscritto tra Regione Lombardia e le Province Lombarde, l’operazione Fiumi Sicuri prevede la pulizia dei corsi d’acqua dalla vegetazione cresciuta nelle fasi di magra e la rimozione dei rifiuti, oltre allo sfoltimento e alla ripulitura del soprassuolo arboreo ed arbustivo. Le operazioni si concluderanno con la pezzatura dei tronchi e l'accatastamento delle ramaglie.

“I 120 volontari della nostra Provincia che saranno al lavoro sabato -continua il Presidente Poma- porranno in essere tutte le operazioni atte a prevenire il rischio di esondazione, e anche a restituire maggiore fruibilità e bellezza a queste aree fluviali che rendono tipico il paesaggio lombardo. Sempre generosamente presente in tutti i teatri di crisi, a partire dalle zone terremotate, il volontariato della Provincia di Pavia rappresenta anche una straordinaria risorsa per la tutela dell’ambiente, interagendo con i Comuni nelle attività di manutenzione ordinaria del territorio e del reticolo idrografico così da ridurre e prevenire le diverse tipologie di rischio ambientale”.

“Colgo l’occasione – aggiunge il Consigliere delegato alla Protezione Civile Emiliano Scolè – per ringraziare tutti i volontari pavesi, coordinati dalla Provincia in collaborazione con il Comitato di Coordinamento del Volontariato provinciale (CCV). Tengo a sottolineare che la attiva partecipazione a Fiumi Sicuri rappresenta anche una sfida importante per migliorare la capacità delle Associazioni di Volontariato di interagire tra loro, testando i tempi di risposta, le tecniche e le procedure operative, sperimentando sul campo l’efficacia di mezzi e attrezzature.”

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore