/ Sport

Sport | 22 ottobre 2019, 11:09

Bodybuilding, Andrani ha chiuso la stagione ad Abano Terme. “Annata super positiva”

Domenica scorsa, l’atleta lomellino ha preso parte all’ultimo appuntamento del suo calendario 2019. Non sono arrivate medaglie, ma la forma raggiunta è un gran biglietto da visita in vista della prossima stagione

Bodybuilding, Andrani ha chiuso la stagione ad Abano Terme. “Annata super positiva”

Ci aveva abituati fin troppo bene. Primi posti, pass per le finali e piazzamenti di livello: tutti risultati ottenuti al termine di una stagione per lui fantastica. Alessio Andrani ieri (domenica) non è riuscito a proseguire con questo filotto di risultati eccezionali. Ha venduto cara la pelle, ma sul palco si è dovuto confrontare con atleti di altissimo livello (molti dei quali potevano benissimo gareggiare nella categoria Bodybuilding). Alla gara, organizzata dalla federazione IFBB Pro League, ha partecipato nella categoria Classic.

“Nonostante abbia gareggiato con la mia forma migliore - dichiara Alessio - non sono riuscito ad entrare nella top5 perché il livello era stratosferico. Dal canto mio, sabato scorso, durante le operazioni di peso, la bilancia segnava 94.7 kg ed il giorno successivo penso di essere salito sul palco intorno ai 95.5 kg”.

La gara di Abano Terme è stata l’ultima della stagione, quale momento migliore per tirare le somme di fine annata? “E’ stata una stagione molto positiva - spiega Andrani - anche se purtroppo in quest’ultima gara non ho conquistato nessun trofeo. Ho capito come lavorare, dove migliorare e dal prossimo anno tornerò a partecipare alle gare primaverili. Questo perché nel 2019 ho preso parte alle gare invernali ed è stata una preparazione particolarmente pesante. L’ho iniziata nel mese di giugno ed è stato complicato perchè, avendo famiglia (moglie e figlia in ferie), dovevo rispettare i miei orari a livello di alimentazione”.

Aspetto familiare che è sempre stato però la vera forza di Alessio, che ora ricaricherà le pile per poi riprendere la preparazione a gennaio 2020, in vista delle gare dei mesi di aprile, maggio e giugno.

Fabrizio Negri

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore