/ Attualità

Attualità | 17 novembre 2019, 17:10

Cassolnovo, manifestazione di interesse e gara di evidenza pubblica per la gestione degli spogliatoi

Dalla gara uscirà il nome del vincitore che si occuperà della gestione dell’impianto di via Genova a partire dal 1 luglio 2020

Cassolnovo, manifestazione di interesse e gara di evidenza pubblica per la gestione degli spogliatoi

Chiarezza è stata fatta, ma soprattutto è stato presentato un programma di massima relativo alla gestione degli impianti sportivi. Una situazione che parte però da molto lontano. A spiegarla, con un breve riassunto della questione pregressa, è il vicesindaco con delega ai lavori pubblici Paolo Bazzigaluppi.

“Gli impianti sportivi di Cassolnovo - dichiara - non erano a norma e di conseguenza non era possibile effettuare un affidamento  di gara di evidenza pubblica. L’amministrazione precedente aveva scelto di eseguire dei lavori di ristrutturazione sugli spogliatoi e mettere a norma le tribune del campo sportivo. A livello di spogliatoi, gli spazi sono rimasti però i medesimi. E questo comporta che se le squadre dovessero essere al completo ci sarebbero delle difficoltà”.

Un problema che quest’anno non sussiste perché la Cassolese dispone di meno formazioni giovanili e quindi il tutto può considerarsi rinviato. Ad ogni modo, l’agibilità all’utilizzo degli spogliatoi è stata data il 13 giugno e parallelamente c’era in essere con la Cassolese una convenzione in scadenza in autunno. “Dalla data in cui è stata rilasciata l’agibilità - riprende Bazzigaluppi - al 1 luglio 2019 mancavano proprio i tempi tecnici per effettuare una gara di evidenza pubblica per l’assegnazione dell’utilizzo degli spogliatoi. Inoltre, l’amministrazione precedente non aveva previsto nessun modello gestionale. Nel senso che i soldi inseriti a bilancio per la gestione del campo sportivo arrivavano fino al 30 settembre 2019, data di termine dell’affidamento alla Cassolese. Una data che segnava il baratro perché nessuno aveva pensato di dare continuità”.

A questo punto come ha deciso di muoversi la amministrazione Parolo? “Abbiamo stanziato fondi sino alla fine dell’anno - prosegue il vicesindaco - ed ora ne metteremo altri fino al 30 giugno 2020. Abbiamo chiesto una consulenza perché il nostro ufficio tecnico aveva necessità di un supporto per la definizione del modello gestionale. Nello scorso consiglio comunale siamo andati poi ad approvare che sino al termine della stagione sportiva rimarrà tutto come adesso, ossia che l’affidamento prosegue ad essere delle società del paese, coordinate però dalla Cassolese”.

Intanto, l’amministrazione comunale eseguirà una manifestazione di interesse ed una gara di evidenza pubblica per la gestione degli spogliatoi. “Prepareremo un bando - sottolinea Bazzigaluppi - che non andrà a gravare sulle tasche dei cittadini che hanno intenzione di avvicinarsi all’attività sportiva”. Capitolo tribuna. “Aprirla con la capacità di pubblico spettacolo che gli è stata data - conclude il vicesindaco - comporta il fatto che siano presenti squadre di pronto intervento e antincendio, che in questo momento nessuna delle società ha a disposizione e neppure il Comune. Le tribune non sono quindi inserite nella convenzione e non sono in uso alle società”.

Fabrizio Negri

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore