/ Cronaca

Cronaca | 22 novembre 2019, 11:05

Abbiategrasso: un chilo e mezzo di marijuana in casa, 40enne arrestato dalla Guardia di Finanza di Magenta

All'operazione hanno partecipato anche le unità cinofile di Milano

Abbiategrasso: un chilo e mezzo di marijuana in casa, 40enne arrestato dalla Guardia di Finanza di Magenta

Una brillante operazione della Guardia di Finanza di Magenta ha portato all’arresto di un uomo di nazionalità albanese nella cui abitazione è stato trovato un chilo e mezzo di marijuana. Martedì scorso le fiamme gialle della caserma di via Milano erano impegnate in una serie di controlli ad Abbiategrasso, quando hanno sottoposto a normali verifiche marito e moglie. L’uomo si è subito agitato insospettendo i finanzieri che, vagliando la sua posizione, hanno scoperto che aveva dei precedenti per furto e spaccio. Sono arrivati ad Abbiategrasso anche gli uomini del gruppo cinofili con i cani anti droga addestrati per il ritrovamento di stupefacenti.

Grazie ai cani anti droga, in un capanno annesso all’abitazione del 40enne albanese è stata ritrovata una confezione da mezzo chilo di marijuana. I controlli si sono estesi all’interno dell’abitazione dove, in un’intercapedine della camera matrimoniale, sono saltati fuori altri due involucri da mezzo chilo l’uno sempre di marijuana. In totale un chilo e mezzo di stupefacente che i finanzieri hanno provveduto a mettere sotto sequestro. Sempre nella camera da letto sono stati trovati 950 euro in banconote da diverso taglio che i finanzieri sospettano essere provento dell’attività di spaccio posta in essere dal 40enne e materiale vario per il confezionamento. Tutto è stato, naturalmente, sequestrato.

L’uomo è stato arrestato per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio. Si è assunto la totale responsabilità, così che la moglie non ha subito alcun provvedimento. E’ stato trasferito nel carcere Piccolini di Vigevano in attesa dell’udienza di convalida che dovrebbe avvenire oggi. Un’operazione importante quella della Guardia di Finanza di Magenta che ha consentito di interrompere la vendita di marijuana nel territorio e di porre fine all’attività di spaccio di un pusher che aveva un discreto numero di clienti abituali.

Articolo tratto da www.ticinonotizie.it

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore