/ Attualità

Attualità | 28 novembre 2019, 12:50

Vigevano: l'associazione "Federica Griffa" dona due isole neonatali al reparto di pediatria dell'ospedale civile

La cerimonia si è tenuta questa mattina (giovedì)

foto generica di repertorio

foto generica di repertorio

Alla presenza del Direttore Generale di Asst Pavia, dott. Michele Brait, si è svolta la cerimonia di donazione di due “isole neonatali” (sistema Resuscitaire), per un valore complessivo di 23.000 euro, al Reparto di Pediatria e Nido dell’Ospedale Civile di Vigevano, diretto dalla dott.ssa Lidia Decembrino, da parte dell’Associazione “Federica Griffa”. L’Associazione Federica Griffa – O.N.L.U.S. nasce dalla volontà dei genitori e di un gruppo di amici di ricordare la figlia Federica, prematuramente scomparsa il 27 Luglio 2013 all’età di 14 anni, dopo una breve malattia.

L’Associazione si prefigge di operare con donazioni nel campo della beneficenza, dell’istruzione, dell’assistenza sociale e socio sanitaria; il tutto finalizzato a beneficiare le persone più indigenti e fisicamente o socialmente svantaggiate.

Durante l’anno, l’Associazione organizza eventi sportivi e culturali atti alla raccolta di fondi da destinarsi al raggiungimento di un obiettivo sociale. Le somme raccolte annualmente vengono distribuite secondo “progetti” di volta in volta proposti e sviluppati dal Consiglio Direttivo e dai Soci aderenti. La volontà è quella di operare con costi minimi di gestione (senza personale, senza rimborsi spese, ecc.) in modo tale da non disperdere il ricavato delle donazioni, consentendo così la massima disponibilità delle risorse.

Le due isole neonatali oggetto di donazione costituiscono due vere e proprie stazioni d’emergenza, dotate di strumentazioni altamente tecnologiche ed innovative, dedicate alla rianimazione del neonato. Ciascuna è dotata di lettino e lampada radiante per l’appoggio e il riscaldamento del neonato, che vi giunge subito dopo la nascita e ivi riceve le prime cure. Sono presenti un pannello di controllo (con timer e termometro), mascherine neonatali, un aspiratore e sistemi per il monitoraggio e la visualizzazione dei parametri vitali; senza apparecchiature supplementari o invasive.

Tra le altre dotazioni: la base elevabile, il cassetto porta lastre integrato e un sistema di allarmi. Le isole permettono inoltre di garantire assistenza respiratoria, attraverso l’erogazione di una miscela di aria e ossigeno riscaldati e umidificati ad alto flusso, modalità CPAP e ventilazione meccanica. Le due nuove isole contribuiranno a garantire la migliore assistenza ai neonati, completando un disegno di efficienza e sicurezza assistenziale del nostro percorso nascita.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore