/ Attualità

Attualità | 02 dicembre 2019, 22:34

Cassolnovo, il paese risponde presente. Ritirati 3026 kit per la raccolta differenziata (circa il 90%)

La consegna dei kit è stata suddivisa in tre appuntamenti. Il primo è stato programmato nella mattinata di sabato 16 novembre, mentre i due successivi sono avvenuti il 23 e 30 novembre. Per coloro che non hanno avuto la possibilità di effettuare il ritiro nei giorni calendarizzati dall’amministrazione, è stata inserita una nuova data: sabato 7 dicembre dalle ore 9 alle 12

Cassolnovo, il paese risponde presente. Ritirati 3026 kit per la raccolta differenziata (circa il 90%)

La raccolta differenziata deve ancora prendere il via, le risposte verranno quindi fornite più avanti, ma da una primissima analisi ci si può ritenere soddisfatti. Già perché i cassolesi hanno dimostrato una grandissima attenzione verso la tematica ed il riscontro deve considerarsi sicuramente positivo.

Le code hanno caratterizzato soprattutto la prima mattinata di consegna e negli appuntamenti successivi la situazione è andata via via stabilizzandosi. “Sabato 16 novembre - dichiara il vicesindaco Paolo Bazzigaluppi - l’attesa massima è stata di circa 45 minuti, il sabato successivo di circa 20, mentre il 30 siamo stati intorno alla mezz’ora. In linea di massima siamo comunque riusciti a garantire un tempo di attesa ragionevole e rispettare i tempi previsti”.

Per evitare il crearsi di code, l’amministrazione ha predisposto anche un punto informazioni all’ingresso, dove stazionavano gli addetti di Asm ed il sindaco Luigi Parolo. Più avanti, invece, si ritiravano solamente i kit dando il proprio cognome e nome e facendo la classica firma.

Cosa è stato distribuito quindi in questi tre appuntamenti? “All’interno del kit - riprende Bazzigaluppi - è allegato il calendario (indicazioni di giorni ed orari per il passaggio dei mezzi di Asm ndr) ed il rifiutologo con tutte le specifiche su come differenziare i vari tipi di rifiuti. Sono stati consegnati diversi kit: per le utenze condominiali e per quelle delle “case singole”. Il condominiale ha previsto la consegna dei sacchetti ed il sottolavello dell’umido. Avranno poi a disposizione il bidone collettivo, ma le modalità di esposizione verranno gestite dagli amministratori condominiali. Questi ultimi hanno già svolto o svolgeranno delle riunioni per spiegare a livello pratico il da farsi. Per le utenze domestiche delle case indipendenti e per i condomini sotto le sette unità abitative abbiamo fornito i secchielli per carta, vetro e lattine, ed umido. Per l’indifferenziato e per la plastica si utilizzeranno invece i sacchi ed inoltre avranno a disposizione il sottolavello dell’umido per “raccogliere” il rifiuto quotidiano”.

Fabrizio Negri

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore