/ Territorio

Territorio | 01 gennaio 2020, 23:04

Il Presepe del Santuario della Madonna della Guardia a Tortona

Il Presepe del Santuario della Madonna della Guardia a Tortona

Al momento dell’ingresso al Presepe si ha un momento di stupore per le luci, la sorpresa, la musica in sottofondo.

Una ricostruzione meticolosa dei luoghi che hanno assistito alla nascita di Gesù, un’opera che merita assolutamente una visita.

Fino all’Epifania a Tortona si può visitare il grande Presepe del Santuario della Madonna della Guardia, tra i più grandi mai realizzati.

La sua storia parte dal profondo amore che gli Orionini hanno sempre avuto per il presepio, riproducendolo nelle loro case e chiese in ogni parte d’Italia e del mondo.

Nel più importante santuario della loro congregazione, a Tortona, l’ordine ne costruì uno negli anni 1950/60, sistemandolo nella cripta, visitatissimo per tutto l’anno, che aveva una superficie di circa cinquanta mq. ed era noto per essere molto curato nei particolari.

Ma l’esondazione del torrente Ossona del 1977 inondò la cripta e distrusse totalmente quel presepio, che venne ricostruito pochi anni dopo nel seminterrato del reparto pellegrini del Centro Mater Dei, che si trova di fronte al Santuario.

Una nuova versione del presepe iniziò a essere allestita quando venne annunciato l’innalzamento agli altari di Don Orione, che infatti fu proclamato Santo a Roma il 16 maggio 2004.

Si sperava di porre mano al presepio di Tortona per inaugurarlo in occasione della proclamazione, ma alcune difficoltà subentrate nel frattempo fecero spostare di un anno l’inizio dei lavori. Finalmente nel settembre 2003 tutti cominciarono a lavorare, furono utilizzati oltre quattrocento quintali di materiale come gesso, cemento, legno, stoffa, cavi elettrici. il tutto sempre rigorosamente ignifugo, e sono occorse più di seimilacinquecento ore lavorative.

Oggi, con la sua minuziosa ricostruzione dell’Egitto e della Palestina ai tempi di Gesù, coronata da tante figure in movimento, giochi di luce, musiche natalizie e persino il passaggio del giorno e della notte, questo grande presepe è uno dei più amati dell’Alessandrino, visitato da tantissimi fedeli.

Il presepe è aperto dal lunedì alla domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18 e
per aperture straordinarie per visite di singoli o gruppi rivolgersi alla portineria del Centro Mater telefonando al numero 0131/8183.

Paola Montonati

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore