Sport - 16 febbraio 2020, 20:47

Basket serie B: 15 minuti di Vigevano per battere Lecco

Dopo 25 minuti sotto tono, la Elachem si accende improvvisamente e travolge Lecco con un parziale di 44-25 negli ultimi 15 minuti di partita. Un finale entusiasmante di una partita che fino a quel momento era decisamente da sconsigliare agli amanti del bel basket

Basket serie B: 15 minuti di Vigevano per battere Lecco

17 punti nei primi 17 minuti, 44 negli ultimi 15. Una partita che sintetizza perfettamente la discontinuità della stagione di Vigevano, che ha letteralmente acceso il PalaBasletta dopo che alla fine del primo tempo i mugugni si levavano evidenti dagli spalti per una squadra che sembrava non avere il filo. Il riscatto quando la palla ha cominciato a girare più velocemente in attacco, pescando Filippini sotto canestro e tiratori liberi dall’arco.

L’inizio della partita è marcato dall’energia dell’ex De Gregori: 4 punti e una stoppata su Filippini. Risponde Dell’Agnello stoppando Mascherpa. Sia De Gregori che Dell’Agnello, però, vivranno una partita fortemente limitata dai falli, soprattutto nel primo tempo. Lecco cura poco Brigato, i compagni lo cercano e lui si fa trovare pronto. Si segna col contagocce, entrambe le squadre hanno poche idee. Bloise all’8’ infila la tripla del 6-11, una delle poche emozioni del primo quarto che si conclude sul 9-13.

Vigevano mette grinta in difesa, recuperando palloni, ma riesce a segnare solo in contropiede. Sanna al 14’, marcatissimo, trova una gran tripla che vale il +9 ospite (11-20), Ribatte Filippini con un canestro dalla media e una tripla dall’angolo, a riscattare una partita fin lì abulica. Sanna trova un’altra perla dalla lunga nonostante l’attenta marcatura di Verri. Nel finale di quarto la Elachem accelera leggermente in attacco e riesce finalmente a trovare la via del canestro. I ducali si arrampicano fino al -3 dell’intervallo (26-29).

Dell’Agnello, dimenticato libero sotto canestro, segna immediatamente il -1 al rientro dagli spogliatoi. È Mascherpa, fino a quel momento in ombra, a ricacciare indietro i gialloblù con due triple consecutive e un assist per De Gregori. Vigevano prova ad aggrapparsi a Dell’Agnello, ma questa sera i suoi caratteristici tiri in precario equilibrio non entrano. Verri al 27’ tira fuori una tripla dal nulla per riportare la squadra di casa in partita (39-43). Il match si accende, Mascherpa si carica Lecco sulle spalle. La Elachem a questo punto trova però pronti Filippini sotto canestro e Mazzucchelli sugli esterni (migliori marcatori con 16 e 15 punti rispettivamente). Si arriva a fine quarto sul 46-47, ed entra in partita anche il pubblico.

Il primo sorpasso vigevanese arriva in apertura di ultimo quarto, ed è proprio con Filippini ben pescato da Milani in transizione. Si viaggia per qualche minuto sul filo dell’equilibrio, e soprattutto, finalmente, si comincia a giocare a basket. Verri e Mazzucchelli fanno il break al 33’ con due triple dopo essere stati smarcati da un ottimo giro palla. Casini da tre fa capire che Lecco non si arrende, e ingaggia un duello con Milani a suon di canestri spettacolari dalla lunga. Brigato in palleggio arresto e tiro mette al 35’ il canestro del +8 (64-56). Milani segna ancora da tre, ed è il 69-58 che chiude virtualmente la partita al 37’. Nel finale si infortuna Brigato, autore di una buona prova. Lecco cerca con i falli sistematici di salvare almeno la differenza canestri (all’andata aveva vinto di 4), ma Vigevano è troppo lontana: la partita termina 78-68.

Mette l’accento sulle soluzioni difensive coach Piazza: “Lecco ha impostato la partita secondo quanto ha fatto per tutta la stagione con grande profitto, riuscendo a far giocare insieme giocatori con grande personalità. Noi volevamo levare i vantaggi dei pick and roll cambiando sempre, lo abbiamo fatto con la conseguenza di esporci nell’uno contro uno dei loro piccoli contro Filippini. Mi devo scusare con i giocatori per come mi sono comportato in settimana, ma vedo che ogni volta che si allenta la pressione poi succede qualcosa di brutto”. Un commento sulla classifica: “Io la classifica non la guardo più, troppe volte ci siamo avvicinati alle prime posizioni e poi abbiamo fatto degli errori”.

Non fa drammi e rende merito agli avversari coach Eliantonio: “Il nostro gioco era quello di togliere l’interno a Dell’Agnello, magari sacrificando la copertura sugli esterni. È andata bene, finché Milani e Mazzucchelli non hanno messo tre-quattro bombe di fila che ci hanno fatto male. Vigevano ha vinto meritatamente, sapevamo che questo era un campo difficile. Dal punto di vista fisico, era una partita da play-off. Trovavamo una squadra che era reduce da una sconfitta e doveva assolutamente portare a casa i due punti. Il rammarico è il primo tempo, perché con una Vigevano così contratta avremmo dovuto andare negli spogliatoi avanti di 10 e non di 3”.

Ti potrebbero interessare anche:

SU