Cronaca - 24 febbraio 2020, 17:11

Coronavirus: anche la Procura di Milano chiude i suoi uffici al pubblico

L'attività proseguirà regolarmente, ma l'accesso sarà consentito soltanto agli avvocati e soltanto per pratiche strettamente necessarie

Coronavirus: anche la Procura di Milano chiude i suoi uffici al pubblico

La procura di Milano chiude i suoi uffici al pubblico per l’emergenza Coronavirus. Lo ha deciso il procuratore Francesco Greco durante una riunione con gli altri vertici dell’amministrazione giudiziaria milanese. L’attività dei magistrati proseguirà regolarmente, ma l’accesso agli uffici della Procura, al quarto piano della cittadella giudiziaria milanese, sarà consentito soltanto agli avvocati e soltanto per pratiche strettamente necessarie. Tutte le altre procedure di routine (attività di ricezione atti e pagamenti) dovranno essere gestite in via telematica. Eventuali atti e pratiche in forma cartacea e non digitale dovranno essere depositate all’Ufficio Relazioni con il Pubblico che poi si preoccuperà di smistarle ai singoli magistrati.

Una mossa praticamente obbligata, per limitare al massimo gli impatti che il Coronavirus potrebbe avere sul funzionamento della macchina giudiziaria milanese: “Questo ufficio non può permettersi di rimanere chiuso, ma se anche uno di noi di ammala tutta la procura finisce in quarantena”, ha spiegato Greco sottolineando che normalmente in Procura “si presentano 200 avvocati ai giorno solo per pratiche di ricezione atti”.

Articolo tratto dal nostro sito partner www.ticinonotizie.it

 

Ti potrebbero interessare anche:

SU