Attualità - 09 giugno 2020, 22:25

Bollo auto, in Lombardia scadenza prorogata al 31 ottobre

Il consiglio regionale approva Risoluzione a sostegno del settore autotrasporto. Via libera anche a un emendamento che sollecita l'estensione delle agevolazioni Irap anche ai comuni sopra i 15mila abitanti e stabilisce necessità linee guida per la sicurezza della logistica e-commerce

Bollo auto, in Lombardia scadenza prorogata al 31 ottobre

Unanime via libera in consiglio regionale alla Risoluzione che sollecita specifiche misure di sostegno al settore degli autotrasporti lombardi, proposta dalla presidente della commissione Territorio Claudia Carzeri e sottoscritta anche da Gabriele Barucco e Mauro Piazza di Forza Italia. 

Il provvedimento approvato chiede alla giunta regionale e al presidente Attilio Fontana di farsi portavoce nei confronti del Governo e della Conferenza Stato Regioni al fine di garantire l’accesso alla Sezione Speciale per l'Autotrasporto del Fondo di Garanzia Nazionale, attraverso l'ampliamento dei parametri del merito creditizio per le imprese del settore, così da garantire alle stesse imprese un flusso di liquidità idoneo a sopperire alla mancanza di entrate conseguenti alla sospensione del lavoro.

La Risoluzione chiede quindi di prevedere la sospensione degli adempimenti fiscali e contributivi per le imprese in difficoltà e sollecita uno sgravio per il periodo considerato “emergenziale” per quelle imprese che riescono a mantenere il livello occupazionale e sono in regola con il pagamento dei contributi.

Unanime via libera anche a un emendamento presentato da Matteo Piloni (PD) e successivamente modificato e integrato dall’assessore al Bilancio Davide Caparini, con cui si invita la giunta regionale a prevedere nel limite delle disponibilità di Bilancio l’ampliamento dell’agevolazione Irap ai comuni sopra i 15mila abitanti, a prorogare la scadenza del bollo auto al 31 ottobre 2020 e a definire in sede di tavolo tecnico le linee guida per la sicurezza del comparto della logistica e-commerce.

«Chiediamo inoltre –ha spiegato Claudia Carzeri-  di derogare temporaneamente al rispetto dei tempi di guida e di riposo previsti dal regolamento comunitario e di prevedere modifiche circa la procedura di registrazione per l’autista che utilizza la deroga. Servono infine anche regole semplificate di comunicazione per sostituire o per integrare i lavoratori impossibilitati a prestare la loro attività a causa delle misure di contenimento del Covid».

Giudizio positivo è stato espresso in sede di dichiarazione di voto da Andrea Fiasconaro (M5Stelle) e Matteo Piloni (PD) che, a differenza di quanto avvenuto in commissione, hanno stavolta annunciato il voto favorevole dei rispettivi gruppi alla luce dell’accoglimento delle proposte contenute nell’emendamento presentato.

Ti potrebbero interessare anche:

SU