Economia - 03 dicembre 2021, 10:10

Panettone: cala l’industriale, cresce l’artigianale

Panettone: cala l’industriale, cresce l’artigianale

Panettone: all’interno di un mercato in contrazione, la proposta industriale arretra, mentre continua a consolidarsi la crescita dell’artigianale. Emerge nella ricerca “L’evoluzione nei consumi del panettone in Italia” promossa, per il terzo anno consecutivo – in un’ottica di osservatorio – da Csm Ingredients, grazie alla collaborazione con NielsenIQ.

Dai dati si evidenzia come nell’industriale le proposte più in sofferenza siano quelle a battuta di cassa maggiore (identificate nel segmento premium), mentre il panettone artigianale continua la sua ascesa, grazie ad un pubblico di consumatori sempre più esclusivista che lo considera un regalo di qualità ed un lusso democratico, una presenza ormai irrinunciabile nella tavola delle feste.

Si rileva inoltre un cambiamento generale nella domanda del dolce italiano per eccellenza: la crescita dei consumi già dal mese di ottobre e che partono da formati di medio-piccole dimensioni, a sottolineare la necessità di un anticipo della proposta.

In uno scenario in cui si rileva una contrazione generale nei consumi del mercato legato alle categorie merceologiche a cui appartengono i prodotti delle ricorrenze natalizie, il panettone industriale resta il segmento più solido nonostante abbia subito una flessione del -2.5% assestandosi a 217 milioni di euro nell’ultima campagna natale.

Il comparto artisanal non riesce a bilanciare questa tendenza nonostante una crescita organica e trasversale, che si attesta ormai a 118.5 milioni di euro (+3.2% verso l’anno precedente) e ad un aumento generale della penetrazione (+10%) concentrata soprattutto al Sud e al Nord-Ovest, dove sono sempre di più gli esclusivisti del comparto che considerano il panettone artigianale un dolce di qualità e un perfetto cadeau natalizio.

 

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU