Economia - 14 febbraio 2023, 14:49

San Valentino: piante e fiori più gettonati dei cioccolatini. E non si rinuncia alla cena “fuori”

Piante e fiori restano il dono preferito per la festa degli innamorati. Dalla loro, classe, fantasia e prezzi ragionevoli. Boom per gli agriturismi, ma vanno forte anche ristoranti e trattorie per una spesa stimata dalla Coldiretti in oltre 200 milioni di euro

San Valentino: piante e fiori più gettonati dei cioccolatini. E non si rinuncia alla cena “fuori”

Quasi un consumatore su due (47%) che fa regali per San Valentino ha scelto quest’anno di donare piante e fiori. E’ quanto emerge dall’indagine online sui doni preferiti per la festa degli innamorati. Nonostante le preoccupazioni per la guerra e la crisi dei prezzi, l’omaggio floreale risulta dunque il più gettonato tanto da essere largamente preferito – evidenzia la Coldiretti provinciale – rispetto a cioccolatini (22%), gioielli (20%) e capi di abbigliamento (11%), con una stima di almeno 12 milioni di fiori acquistati e la tendenza a diversificare puntando oltre alle rose su primule, bulbose azalee e orchidee, meglio se made in Vigevano.

I fiori vincono perché – continua Coldiretti Varese – permettono di esprimere, con classe, fantasia e prezzi ragionevoli, i propri sentimenti senza intaccare sensibilmente il proprio bilancio, e sono più graditi dei cioccolatini che rischiano di compromettere il duro “lavoro” di queste settimane per tornare in forma dopo le festività natalizie, in attesa della prova costume.

“Acquistare fiori italiani - sottolinea il presidente di Coldiretti Varese Fernando Fiori – significa anche sostenere un settore importante del Made in Italy che vale 2,5 miliardi di euro con 30mila ettari di territorio coltivati, impegnato nel garantire bellezza e a migliorare la qualità della vita con il contrasto ai cambiamenti climatici, all’inquinamento dell’aria e al dissesto del territorio. L’espressione di una agricoltura multifunzionale capace di lavorare per il bene della comunità e dell’ambiente, nonostante i rincari e le grandi difficoltà economiche. Le produzioni tricolori – afferma la Coldiretti – durano peraltro più a lungo e sono anche le più profumate, non solo perché non devono affrontare lunghi tempi di viaggio che fanno arrivare quelle straniere meno fresche alla meta, ma anche perché molti produttori nazionali sono impegnati a selezionare varietà che presentano aromi più intensi e caratteristici”.

Il giorno degli innamorati per due milioni e mezzo di coppie è anche l’occasione per una cena romantica in ristoranti, trattorie e agriturismi con una spesa stimata dalla Coldiretti in oltre 200 milioni di euro.

Quest’anno si registra un vero e proprio boom per gli agriturismi dove rispetto allo scorso anno si stima un aumento delle presenze con punte del 30%, secondo l’analisi di Terranostra Campagna Amica. A far la parte del leone - è ovviamente la cucina della tradizione, con i cuochi contadini impegnati a proporre ricette antiche o rivisitate, magari con l’utilizzo di ingredienti afrodisiaci, pensate appositamente per la festa degli innamorati.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

SU