/ Attualità

Attualità | 23 novembre 2017, 12:57

Caso ambulanze: Brait apre uno spiraglio all'ipotesi di un nuovo bando

Il direttore generale dell'Asst è intervenuto ieri pomeriggio in commissione Sanità, a Vigevano, sul tema spinoso dei trasporti "secondari", potrebbe essere rivalutata la situazione delle fasce orarie non coperte dal servizio

Caso ambulanze: Brait apre uno spiraglio all'ipotesi di un nuovo bando

Si aprono scenari forse più ottimistici, sul caso delle Croci che a partire da settembre hanno perso i servizi di trasporto sanitario "secondari", che ha come protagonista la First Aid One di Pesaro, che garantisce il trasporto fino alle 17. Il direttore generale di Asst, Michele Brait, si è detto disposto ad aprire un nuovo bando per assegnare le fascia oraria scoperta ad un altro ente, auspicando un'ampia partecipazione. 

Nel frattempo esplode però una nuova denuncia pubblica che riguarda la gestione trasporto con le ambulanze in città.

Il consigliere comunale della Lega Nord e dipendente della Croce Azzurra, Marco Comolli si è detto pronto, di fronte alla commissione, a fare protocollare una lettera di una signora vigevanese, nella quale protesta per il servizio offerto al padre.

Immediata la replica di Brait, numero uno dell'Asst di Pavia, che ha dichiarato di prendere atto di quanto in oggetto e di garantire, che gli organi competenti, valuteranno il caso e prenderanno le decisione dovute in merito alla segnalazione in caso di riscontri oggettivi.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore