/ Cronaca

Cronaca | 12 aprile 2019, 16:05

Vigevano: rapina l'incasso del discount, in manette un 35enne

L'uomo, un extracomunitario già noto al commissariato di polizia per vari reati commessi, ha agito con un complice poi dileguatosi, puntando un arma da taglio nei confronti del cassiere e facendosi consegnare 550 euro circa.

Vigevano: rapina l'incasso del discount, in manette un 35enne

Il Personale della Squadra Volante del Commissariato distaccato di P.S. di Vigevano, lunedì scorso 8 aprile, è intervenuto, alle ore 19.15, presso il Discount IN’S, dove, due individui a volto scoperto, avevano perpetrato una rapina. Uno dei due soggetti aveva minacciato il cassiere con un coltellino/punteruolo puntandoglielo all’addome e provocandogli una leggera escoriazione, mentre il complice era rimasto al suo fianco vicino alle casse.

Entrambi, ottenuto l’incasso pari a 550 euro circa, si erano allontanati velocemente a piedi. All’interno dell’esercizio commerciale, i cui locali sono sprovvisti di telecamere, era presente una cliente, la quale ignara di quanto avvenuto, incrociando uno dei rapinatori allontanatosi lo aveva salutato. Tale fatto, evidenziato dal cassiere rapinato agli agenti intervenuti, è stato approfondito riuscendo ad ottenere il solo nome di battesimo del rapinatore.

Nel corso delle indagini l'uomo è stato compiutamente identificato per un 35enne, privo di una fissa dimora in Italia, destinatario di numerosi alias, di nazionalità algerina e tunisina con numerose segnalazioni di polizia per violazione delle norme sugli stupefacenti, ricettazione ed estorsione, più volte tratto in arresto in flagranza di reato, nel periodo intercorso dall’anno 2004 ad oggi, oltre ad aver subito condanna con sentenza passata in giudicato in relazione allo spaccio di stupefacenti. A seguito della sua identificazione sono state approfondite le ricerche nell’ambito di questo territorio, con lo scopo di individuare l’eventuale dimora del soggetto. Nel corso delle informazioni acquisite da personale di questo Settore Anticrimine, il malvivente è stato indicato come residente in zona Gravellona Lomellina, probabilmente presso un’abitazione situata in frazione Barbavara. In effetti, dopo aver effettuato vari accertamenti, si è appreso della presenza del bandito in quel luogo.

Considerati quindi gli elementi probatori raccolti, che lo collocano inequivocabilmente quale uno dei due autori della rapina perpetrata ai danni del discount IN’S e la sussistenza di evidenti e palesi elementi in forza dei quali è possibile formulare un giudizio di elevata probabilità della commissione del delitto, supportata dal reale e fondato pericolo di fuga dell’indiziato stante il suo stato di irregolare sul territorio italiano e senza una fissa dimora, si è proceduto al suo fermo, a seguito del quale, informata l'autorità giudiziaria competente, è stato tradotto presso la Casa circondariale di Pavia.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore