/ Cronache del passato

In Breve

venerdì 13 settembre
venerdì 06 settembre
venerdì 26 luglio
venerdì 19 luglio
venerdì 12 luglio
venerdì 05 luglio
venerdì 28 giugno
venerdì 21 giugno

Cronache del passato | 26 aprile 2019, 10:57

STRADELLA DI GAMBOLÒ STORIA - Le Strade Scomparse -

tratto da storiedilomellina.altervista.org

STRADELLA DI GAMBOLÒ STORIA - Le Strade Scomparse -

Stradella, frazione di Gambolò, è un piccolo paesino, di origini quasi del tutto sconosciute...
Ebbene, dovete sapere che questa frazione, in cui vi abitano poco più di 50 persone, ha una storia che riporta al suo toponimo...
E' poco noto, se non del tutto sconosciuto il motivo per cui questo agglomerato di case si chiama proprio Stradella...
Per scoprirlo, dobbiamo fare un passo indietro nel tempo... di almeno 500 anni circa...
Quando, ove oggi sorge la chiesetta del paese, sorgeva un piccolo altare campestre, forse posto su un precedente piccolo tempio romano.
Di qui, parecchie persone, per lo più viandanti e religiosi, passavano per raggiungere, da una parte Vigevano e dall'altra Pavia e il Po.
Tanto che qualche benefattore, nel 1590, decise di rendere quel piccolo altarino la chiesetta che tutt'oggi si vede attraversando il paese... E così, i viandanti di passaggio, potevano fermarsi ad adorare la Madonna...
E allora... mi direte... cosa centra questo con il nome “Stradella”? Basta scomporre il nome!
Infatti a Stradella, passavano più strade, una tutt'oggi ancora presente (quella da Gambolò a Belcreda) e una o forse due del tutto scomparse, che attraversavano per la lunga il piccolo centro abitato, dirigendosi sia verso Garlasco/Pavia, che Vigevano.
Che fine hanno fatto le strade!? Bhe, si sa che il tempo a volte porta con se alcune storie... e in questo caso, vuoi l'agricoltura, vuoi che stavano diventando inutili, le piccole vie in cui religiosi e viandanti percorrevano, vennero inglobate dai campi agricoli... Facendole così sparire del tutto.
E allora... come facciamo a sapere che esistevano? Sebbene la cartografia sia minima, qualche mappa riporta ancora quelle stradine... Ma la prova principale dell'esistenza di queste, avviene tramite ricerche sul campo, attraverso il Metal Detector, che ci ha permesso di scoprire quasi precisamente da dove passava una delle strade principali. Cosa abbiamo trovato!? Ciò che i religiosi e le persone perdevano in quel periodo... medagliette, votive, monetine... tutti pezzi che con il passare del tempo hanno lasciato un segno indelebile di una strada, il cui nome non è noto... ma è noto che ha permesso ad un piccolo paese di avere un nome...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore