/ Lifestyle

Lifestyle | 20 gennaio 2020, 15:43

Il piumino: il capo dell’inverno

Il piumino: il capo dell’inverno

Il piumino è uno dei migliori capi d’abbigliamento per affrontare l’inverno in quanto permette di vestirsi leggeri, rimanendo protetti dal freddo. Un indumento che dura negli anni

Quando si decide di acquistare un piumino, lo si fa nell’ottica di utilizzarlo per molto tempo. Questo capo, infatti, è molto resistente ed è da considerarsi un vero e proprio investimento, perché non ci sarà necessità di sostituirlo se non dopo diverso tempo, quando sarà particolarmente rovinato. In inverno, la corsa al miglior piumino si fa intensa, tra negozi e centri commerciali e spesso si corre il rischio di non trovare il modello preferito o di doversi accontentare. Per ottemperare ai tempi stretti e alle file infinite entra in gioco la tecnologia, ormai comprare online è sempre più radicalizzato, data la semplicità e la comodità che caratterizza lo shopping online. Molti sono gli store online che mettono a disposizione dell’acquirente differenti linee di piumini da donna, per esempio yoox.com. Resta solo capire qual è il piumino più adatto a noi, esistendo davvero moltissime varianti cromatiche e stilistiche.

Come scegliere un piumino

La scelta di un piumino non è semplice. Per quanto sia un capo di cui necessitiamo tutti, non sta bene a chiunque. Per fortuna le nuove linee vengono incontro a tutti i tipi di fisico ma in passato era davvero complicato. Tendenzialmente il piumino dritto e imbottito va a "gonfiare" la figura, è consigliabile indossarlo solo quando si ha una silhouette adatta a valorizzare il piumino stesso. Se si ha un fisico "a clessidra" è bene puntare a qualcosa con una cinta in vita, se si ha un fisico a pera, invece, è meglio scegliere un piumino lungo e svasato; con un fisico "a mela" con seno e spalle grandi, è necessario sceglierlo non troppo lungo né troppo spesso. Se si è basse, meglio i modelli corti, al contrario se si è slanciate. Anche l’età ha il suo peso nella scelta del piumino, così per una donna matura si consiglia un modello lungo e dal colore scuro (blu, nero o marrone). Per le ragazze, invece, sono meglio i piumini corti e con il cappuccio (anche di pelliccia).

Piumino d’oca: sì o no?

Quando decidiamo di acquistare un piumino, dobbiamo scegliere quale imbottitura preferire, perché è fondamentale per l’effetto caldo. In commercio, si trovano sia quelli con imbottitura sintetica che quelli, più classici, con piume d’oca. Nel primo caso, la manutenzione è più semplice, il prezzo è più basso, ma il risultato è meno performante, seppur più resistente al bagnato; se, invece, optiamo per un piumino d’oca, staremo più al caldo e avremo un indumento leggero e traspirante, ma spenderemo di più e dovremo curarlo con più attenzione.

Come lavare un piumino

Se abbiamo un piumino sintetico, è sufficiente leggere l’etichetta e seguire le istruzioni di lavaggio che, di solito, si effettua a 30°. Per i piumini d’oca, invece, l’opzione migliore è portarlo in lavanderia perché lavandolo in casa si rischia di compromettere l’effetto isolante delle piume. Se si ha, comunque, necessità di lavarlo in casa, meglio farlo a mano, usando il sapone direttamente sulle eventuali macchie. Poi va sciacquato e asciugato: questo è il passaggio più delicato, perché non tutti i piumini possono essere messi in asciugatrice. In questo caso, bisogna stenderlo e asciugarlo delicatamente con un panno.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore