/ Attualità

Attualità | 27 gennaio 2020, 23:14

Gambolò ricorda Paolo Cotta Ramusino posizionando una pietra d’inciampo

La posa è avvenuta questa mattina (lunedì) alla presenza del sindaco Antonio Costantino, del suo vice Antonello Galiani e degli assessori Helena Bologna e Anna Preceruti

Gambolò ricorda Paolo Cotta Ramusino posizionando una pietra d’inciampo

In diverse realtà lomelline sono state collocate pietre d’inciampo per ricordare i cittadini deportati nei campi di sterminio nazisti. Un’iniziativa sentita e che oggi (lunedì) è arrivata a Gambolò.

E’ stata posizionata in piazza una pietra per ricordare Paolo Cotta Ramusino, nato nel 1922 e deportato nel campo di concentramento di Buchenwald all’età di 22 anni. Nel 1945 fu assassinato ad Ohrdruf.

 Hanno partecipato alla posa i ragazzi dell’istituto comprensivo Robecchi, presenti con la stella di David collocata sui giubbotti.

Fabrizio Negri

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore